I fan di Giulia Michelini possono gioire. Da domenica 28 giugno, infatti, potranno rivedere l'attrice nei panni della Regina di Palermo. Canale5 ha deciso di trasmettere le repliche di Rosy Abate 2. Gli spettatori, dunque, torneranno a seguire le vicende di Rosy e del figlio Leonardo Abate, interpretato da Vittorio Magazzù. L'appuntamento con la serie televisiva in cinque puntate è ogni domenica alle ore 21:20.

La trama di Rosy Abate 2

La trama di Rosy Abate 2 ha inizio sei anni dopo l'arresto della Regina di Palermo. Dopo aver pagato il suo debito con la giustizia, la donna ha intenzione di voltare pagina, starsene lontana dai guai e godersi il rapporto con suo figlio. Lo va subito a cercare. Leonardo è ormai un adolescente e vive a Napoli. Purtroppo, il destino costringerà Rosy a tornare a mischiarsi con i malavitosi. Leonardo, infatti, dopo aver salvato la vita a Nina Costello, è entrato nelle grazie di suo padre, il pericoloso Antonio Costello – vicino alla camorra – che intende iniziarlo a una vita criminale. Rosy vuole salvarlo.

Attesa per Rosy Abate – Le origini del male, il prequel

A novembre dello scorso anno, è stata annunciata l'idea di realizzare il prequel di Rosy Abate. In un post pubblicato sulla pagina ufficiale della serie, si riportava l'annuncio di Pietro Valsecchi: "Stiamo iniziando i provini per il prequel di Rosy Abate. Sarà la prima serie teen mafia dal titolo ‘Rosy Abate – Le origini del male‘. La prima stagione sarà di 8 episodi e le riprese partiranno a maggio; la serie racconterà l’evoluzione della protagonista dai 13 ai 20 anni e sarà girata tra Palermo, Milano, Svizzera e New York. Per interpretare il ruolo della giovane Rosy stiamo cercando una ragazza sui 16/17 anni: i provini verranno effettuati a Palermo, Napoli, Roma e in altre città di Italia". Ovviamente, l'annuncio è stato dato prima che la pandemia bloccasse i set, dunque le riprese non hanno avuto inizio a maggio come inizialmente previsto. C'è da rimarcare, inoltre, che il progetto è stato accolto dai fan di Giulia Michelini con qualche perplessità, perché ritengono che l'unica in grado di interpretare Rosy Abate sia l'attrice. In un'intervista rilasciata a Fanpage.it, Vittorio Magazzù – Leonardo Abate nella serie – ha commentato:

"La rivolta del pubblico mi sembra normale. Credo che se non ci fosse stato tutto ciò che abbiamo vissuto con Rosy Abate, sarebbe un progetto molto interessante. Ha un suo principio, una sua idea. Però credo che si racconti una cosa che, più o meno, è stata già vissuta, anche se si tratta di una Rosy più piccola. Secondo me il corso di Rosy Abate non può riprendere. Giulia ha talmente dato tanto, ha talmente descritto e raccontato tanto con il suo personaggio in questi 12 anni, che la vedo difficile fare una roba così".