Raffaele Paganini condanna l’atteggiamento tenuto dai ballerini di Amici nel corso dell’ultima puntata del talent show ma ammette di essere rimasto conquistato dalle doti di Javier Rojas che, tra i tre, sarebbe quello più talentuoso. Intervistato da Il Fatto Quotidiano, l’étoile di fama internazionale dichiara superiore il talento di Javier rispetto a quello di Nicolai Gorodiskii, suo sfidante diretto considerando che Valentin Dumitru è un ballerino di latino americano. “Tutti e tre sono bravi. Ma se parliamo di impostazione classica, escludendo quindi il danzatore di latino americano, è Javier il talento vero” dichiara Paganini che conferma il giudizio espresso da Alessandra Celentano:

La danza è anche e soprattutto questione di doti naturali. Sono d’accordo con Alessandra Celentano, dal punto di vista tecnico il brano che più ha permesso di vedere questo aspetto è stato Les Bourgeois di Jacques Brel. Nella sfida fra Javier e Nicolai, il primo ha mostrato doti naturali non comuni, che permettono potenzialità tecniche maggiori, il secondo ha mostrato un’ottima preparazione ed espressività. Ma un equilibrio perfetto in una piroetta o uno slancio di gamba più alto fanno la differenza.

Le differenze tra Javier e Nicolai secondo Paganini

Per dimostrare la sua tesi Paganini fa un esempio, citando un altro artista di fama internazionale: “A 61 anni, dopo una vita da étoile in giro per il mondo, sarebbe troppo complicato spiegare il rapporto fra doti naturali ed espressività. Preferisco fare un esempio. Con le dovute differenze di contesto: Raffaele Paganini sta a Mikhail Baryshnikov come Nicolai sta a Javier”. Sarebbe una questione di doti naturali, dunque:

Sono stato un artista di fama internazionale anch’io, ma Barysnhikov, così come Rudolf Nureyev, hanno avuto qualcosa in più. Non conta la preparazione ma la natura. Qui si parla di giovani che vogliono fare carriera professionale. Ad un esperto basta una loro camminata per capire se esiste il quid che fa la differenza. Xavier viene dalla scuola cubana, dove si lavora tantissimo sugli equilibri. E questa è una dote naturale. Viene fuori con il lavoro solo se ce l’hai in natura. Javier ce l’ha.

Paganini condanna l’atteggiamento dei ballerini di Amici

Talento a parte, Paganini ha condannato l’atteggiamento tenuto dai ballerini nel corso della terza puntata di Amici. Non ha apprezzato la sfuriata di Javier, né l’atteggiamento provocatorio di Nicolai. Non ha compreso nemmeno la scelta di Valentin di abbandonare polemicamente la gara:

Non hanno seguito le regole. Sono stati anarchici e arroganti. Forse anche perché la competizione e lo stare reclusi in accademia sono una prova di tenuta psicologica. In uno spettacolo se ti comporti come Valentin il giorno dopo stai a casa. Anche Javier ha fatto una scena inammissibile in un contesto professionale. Nicolai invece ha mostrato una boria insopportabile. Io stesso, quando ho partecipato in giuria, ho accettato le regole della trasmissione, con tutto ciò che comporta. Venivo dal teatro e avrei potuto dissentire su molte cose, ma sono entrato ad Amici in punta di piedi, con rispetto. Maria De Filippi è stata una grandissima professionista nella gestione della puntata. L’ho apprezzata per intelligenza e lucida capacità nel districare i nodi della serata.