Una certezza della prossima stagione di La7 è il ritorno di Propaganda Live. Per il programma condotto da Diego Bianchi c'è già una data precisa, l'11 settembre, fornita dallo stesso presentatore alcuni giorni fa, attraverso i social.

Ancora un mese, da oggi #propagandalive

A post shared by Diego Bianchi (@zdizoro) on

E a quanto pare al momento è la sola, vera certezza della programmazione futura della rete diretta da Andrea Salerno. Tra i grandi punti interrogativi della prossima stagione televisiva 2020-2021, ormai non troppo lontana visto che agosto è giunto al suo giro di boa, c'è quello dei palinsesti di La7. La rete di Urbano Cairo, tra quelle che meglio hanno retto il colpo del lockdown dei mesi scorsi, ha saltato l'abituale appuntamento estivo con la presentazione della programmazione e, pur non essendo stata l'unica a propendere per questa scelta, considerando la linea identica di Mediaset, a differenza di quest'ultima sono pochissimi gli elementi utili a disegnare una geometria definita dei palinsesti di rete.

Tante conferme a La7 per la prossima stagione

Per provarci si deve fare affidamento sulla storia recente e immaginare che, come è molto probabile, La7 riprenderà secondo uno schema molto simile a quello della scorsa stagione, affidandosi ai programmi di punta e ai cavalli di razza della rete, da Gruber a Floris, passando per Merlino, Mentana, Giletti, Bianchi per l'appunto e ancora Formigli, Panella.

Myrta Merlino alla domenica pomeriggio

La strategia di comunicazione sembra quindi essere quella di affidare ai protagonisti della rete il compito di svelare le novità della prossima stagione di La7, come  era accaduto con Myrta Merlino, pochi giorni fa, a che ha annunciato pubblicamente un dettaglio tutt'altro che irrilevante del futuro della rete. Sarà lei, infatti, ad occuparsi di un contenitore della domenica pomeriggio con cui La7 possa andare a sfidare le principali reti generaliste: "Sarà una domenica nuova – ha detto in un'intervista a Il Giornale – coerente con il racconto dell'attualità che è lo spirito de La7, una rete speciale, un telaio con diversi colori, tutti sintonizzati nel raccontare il presente in modo credibile e riconoscibile".