Può essere difficile reggere la lunga diretta di programmi come Live – Non è la D'Urso, in onda domenica 22 marzo sino a notte inoltrata. Ne sa qualcosa Paolo Brosio, che in collegamento dalla sua abitazione con il programma di Barbara D'Urso proprio non ce l'ha fatta a resistere al sonno. Erano le 00.45 e, comprensibilmente, Brosio si è appisolato in diretta, proprio nel momento in cui la D'Urso è tornata a collegarsi con lui. Un momento già epico e diventato virale, destinato a passare alla storia del "trash".

Paolo Brosio e la questione delle messe

Una volta svegliatosi, a Live – Non è la D'Urso Brosio ha detto la sua in merito alle restrizioni dei decreti anti-coronavirus che hanno bloccato del tutto i riti religiosi: "Io penso che l’eucarestia, con delle selezioni con poche persone con guanti e mascherine, poteva essere concessa dato che si va dal tabaccaio e si gioca la schedina. La conferenza episcopale polacca ha aumentato le messe facendo entrare cinque persone alla volta. Si può andare in luoghi che sono frequentati dieci volte di più delle chiese e non si può prendere la sola eucarestia con i guanti e la mascherina". Barbara D'Urso ha però fatto notare che non è più possibile giocare nei tabacchini.

BROSIO CHE SI ADDORMENTA IN DIRETTA ✈️ #noneladurso

A post shared by Trash Italiano (@trash_italiano) on

Live – Non è la D'Urso non raddoppia, martedì non andrà in onda

Canale 5 aveva annunciato la decisione di raddoppiare l'appuntamento settimanale con Live – Non è la D'Urso mandando in onda il programma anche martedì per ampliare il servizio di informazione sull'emergenza coronavirus. La D'Urso, però, ha annunciato che questo non sarà possibile, almeno per la settimana in corso: "Man mano che passano i giorni, qui al centro di produzione di Milano, diventa sempre più complicato. Siamo sempre di meno, dobbiamo rinunciare anche a delle telecamere, ai cameraman, ai tecnici. Siamo davvero in pochi. Siamo meno del 30 per cento rispetto al solito. Tutte le sere Mediaset garantisce una diretta su Rete4, quindi, le squadre ed i tecnici sono quelli. Sono pochi. Per cui, non siamo in grado di garantire produttivamente e organizzativamente di essere dopodomani in onda. Lo saremo a breve". Probabile che Live riesca a essere in onda sia domenica che martedì dalla prossima settimana.