Rita Dalla Chiesa commenta con una chiara nota polemica le parole spese da Claudio Baglioni durante l’omaggio a Fabrizio Frizzi. In diretta nel corso della prima serata di Sanremo 2019, il “dirottatore artistico” del Festival ha dichiarato di avere pensato proprio al collega scomparso quando, lo scorso anno, si era messo al lavoro per approntare la squadra che avrebbe dovuto condurre insieme a lui la kermesse. La scelta non avrebbe tenuto conto di Frizzi solo in virtù delle sue condizioni di salute. La Dalla Chiesa, però, è apparsa poco convinta.

La replica dell’ex moglie di Frizzi

Durante un intervento a Storie Italiane, Rita ha detto: “Quando ho letto il tweet di Lorella (Cuccarini, ndr) ho pensato: è vero! Fabrizio se lo sarebbe meritato ma perché non è stato fatto quando Fabrizio c’era, era all’apice del successo e tutti lo volevano? La sua perdita è stata un dolore, è un dolore. Ma questo dolore avrebbe dovuto essere trasmesso manifestando supporto a Fabrizio quando c’era. Fabrizio non ha bisogno di una persona che lo difende, si è difeso con la sua carriera, con il calore del pubblico. Lui ieri ha compiuto 61 anni, lui ha lavorato 35 anni, quindi spiegatemi perché in 35 anni non c’è stata un’opportunità per lui”. Poi, facendo riferimento alle parole di Baglioni, ha aggiunto:

Tutti abbiamo apprezzato quello che ha detto Baglioni, che forse l’anno scorso avrebbe anche pensato a fargli condurre il Festival, ma sicuramente l’anno scorso non era uno dei momenti migliori. Poi io sulle regole del Festival non mi immischio, ma sicuramente se lo sarebbe meritato di condurlo… è stato un momento toccante.

Il tweet di Lorella Cuccarini

È stata Lorella Cuccarini la prima a sollevare la polemica. Su Twitter, poco dopo l’omaggio di Baglioni e la standing ovation del pubblico dell’Ariston – con i grandi volti Rai seduti in prima fila – la showgirl aveva scritto: “Standing ovation per Fabrizio Frizzi a Sanremo… ma in tanti anni non gli è mai stato proposto di presentarlo”. Sono state le persone vicine a Frizzi a raccontare che il presentatore avrebbe fortemente desiderato condurre almeno un’edizione del Festival. Purtroppo, il poco tempo avuto a disposizione non glielo ha consentito.