30 Ottobre 2021
19:59

Nel cast di Grey’s Anatomy 18 arriva il primo medico non binario

Nel cast di Grey’s Anatomy 18 arriva un nuovo personaggio, il primo dichiaratamente non binario della serie. Si tratta del dottore Kai Bartley, già comparso in alcuni episodi della scorsa stagione, interpretato da E.R.Fightmaser. Secondo Variety, infatti, è destinato a restare, anche perché a quanto pare potrebbero esserci sviluppi interessanti con la dottoressa Amelia Sheperd.
A cura di Ilaria Costabile

Se Grey's Anatomy è ancora oggi, dopo diciotto stagioni, una delle serie televisive più amate di sempre, un motivo ci sarà e, senza dubbio, può contribuire il fatto che fin dalle prime puntate è sempre stata una serie particolarmente inclusiva. Con il tempo, quindi, si è evoluto anche il concetto di apertura nei confronti delle minoranze e, quindi, non è raro che gli sceneggiatori abbiano introdotto dei personaggi specifici, ed ecco che in quella che dovrebbe essere l'ultima stagione già in onda in America, entrerà nel cast un personaggio apertamente non binario.

Il nuovo personaggio della serie

Si tratta del dottore Kai Bartley, interpretato da E.R. Fightmaster, che era già comparso in alcune puntate della precedente stagione. Stando a quanto riportato da Variety, pare proprio che questo personaggio sarà una presenza fissa del cast della diciottesima stagione anche perché potrebbero esserci degli sviluppi narrativi interessanti. Bartley, infatti, è un medico che fa parte del team di ricerca sul Parkinson del dottor David Hamilton- che ha il volto di Peter Gallagher- riunitosi in Minnesota, dove sono state chiamate anche Meredith Grey e Amelia Sheperd. Proprio tra la sorella del compianto Dereck, abile neurochirurgo, e la new entry del cast potrebbe nascere qualcosa di più, la ABC fa crescere la curiosità dei fan affermando: "Kai e Amelia legano grazie all’amore condiviso per la medicina e il cervello". 

L'ultima stagione di Grey's Anatomy

La diciottesima dovrebbe essere l'ultima stagione del medical drama più longevo della televisione. I motivi per cui la serie chiuda i battenti sono svariati: dal contratto di Ellen Pompeo che con il tempo pare sia diventata piuttosto esigente, alla difficoltà di trovare un finale adeguato per una delle serie più seguita al mondo, come più volte dichiarato dalla sceneggiatrice Krista Vernoff che, infatti, era titubante anche sul mettere in piedi quella attuale, ritenendo di doversi fermare alla 17esima. Sembra, però, che questa sia davvero la stagione definitiva e, ormai, dopo svariati addii è arrivato il momento di salutare i medici del Grey Sloane Medical Hospital.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni