Nadia Toffa è tornata finalmente in televisione a circa due mesi di distanza che l'ha colpita lo scorso 2 dicembre, costringendola a un ricovero in ospedale in terapia intensiva. Forte del grandissimo sostegno ricevuto, la conduttrice è tornata al lavoro nella puntata de Le Iene di domenica 11 febbraio. "Sono tornata a casa mia! Ho immaginato tanto questo momento", ha esordito Nadia, accolta da un immenso abbraccio del pubblico. Poi l'annuncio che nessuno si aspettava: la Toffa ha avuto un cancro, che è riuscita a sconfiggere. Quel malore le ha permesso di scoprire l'esistenza del tumore, che è stato rimosso con un intervento: poi, ha intrapreso dei cicli di chemio e radioterapia.

La rivelazione di Nadia Toffa

"Vorrei prendermi due minuti per raccontarvi questi mesi. Il rapporto tra di noi è sempre stato di sincerità e voglio condividere quello che è successo", ha spiegato Nadia, rivelando poi quello che finora aveva scelto di tenere segreto. Inoltre, ha spiegato senza remore di portare una parrucca:

Ho avuto un cancro. Mi sono operata e mi hanno tolto il 100% del tumore. Ma ho fatto un radio e chemio preventiva, le ho finite pochi giorni fa. Ho deciso di non dirlo, lo sapevano pochissime persone. Con la stampa è stato necessario non rivelarlo. La fortuna è stata proprio che dopo lo svenimento ho fatto un accertamento, un check-up completo. Ora sto benissimo. Non mi vergogno di nulla. Non mi vergogno dei chili persi, li riprenderò. Non mi vergogno nemmeno del fatto che ora porto la parrucca, è più bella dei miei capelli. Ci sono stati momenti difficili, per esempio quando mi è rimasta in mano la prima ciocca. Ho pensato a Gabriella, una bambina che ci aveva raccontato del suo cancro e di quando ha perso i capelli. Grazie Gabriella! Perché ti ho pensato: se ce la fa uno scricciolo come te, allora ce la posso fare anch'io! Voglio chiedere aiuto anche a voi: si tende ad avere una certa delicatezza con chi ha avuto un cancro. Invece, chiedo tanta normalità, continuate a prendermi in giro (ai colleghi de Le Iene). Lo chiedo anche a voi, il pubblico. Se mi incontrate per strada trattatemi come al solito: se volete farmi un complimento, o dirmi che un servizio non vi è piaciuto, ditemelo. Criticatemi se volete, ma non trattatemi da malata!

Il messaggio per le persone malate di cancro

La Toffa ha affrontato persino la malattia con il suo inguaribile buonumore e offre un messaggio d'affetto a chi ha vissuto la stessa esperienza, sostenendo inoltre con fermezza l'importanza delle cure mediche per sconfiggere queste malattie:

Do un consiglio a chi sta vicino a persone che combattono il cancro: non siamo malati, siamo guerrieri. Chi combatte contro il cancro è un figo pazzesco. Ho affrontato questa cosa con ottimismo, sono orgogliosa di aver provato quello che hanno provato tante persone che ho intervistato, a Taranto o nella Terra dei Fuochi. Se possibile vi sono ancora più vicina di prima. Rispetto coloro che scelgono di non parlare della propria salute, ma l'amore che mi avete dimostrato mi ha spinto a condividere questa cosa. Voglio dire un'ultima cosa: ho fatto tanti servizi di persone che dicono di guarire il cancro con pomate e acqua fresca. Le uniche cure, grazie a Dio, sono la chemio e la radio. Ci sono tante cose che contano, lo stile di vita e l'umore. Ma non si parte senza chemio e radio.

Il malore e il ricovero

Nadia Toffa si trovava a Trieste per un servizio, quando veniva colpita da un grave malore e trasportata immediatamente in ospedale, successivamente trasferita tramite elisoccorso al San Raffaele di Milano. Portata in rianimazione, dopo alcune ore di coma si è ripresa ed è fortunatamente stata dimessa pochi giorni dopo. Per lei è iniziata una lunga convalescenza, che non le ha impedito di essere vicina ai suoi fan. Sono in tantissimi ad averla sostenuta con messaggi di solidarietà e affetto. La Toffa non ha mai perso il suo ottimismo e la voglia di vivere, come ha raccontato qualche giorno fa, ormai tornata in salute: "La dimostrazione di affetto che ho ricevuto è stata magica, ho sentito che è arrivato alla gente l’amore che ci metto nel fare le cose. Mi sento bene. Sorrido a tutti, sono allegra, vedo il bicchiere mezzo pieno". Fino a questo momento, non aveva mai detto cosa in realtà fosse successo.