Grave malore per la conduttrice e inviata de Le Iene Nadia Toffa. Stando a quanto riportato dal quotidiano Il Piccolo di Trieste, la 38enne si trovava nella hall – non nella sua camera come era emerso in un primo momento –  dell'albergo Victoria situato in via Oriani, nella zona centrale di Trieste quando, alle 13.45, si è sentita male. I soccorsi sono stati immediati e la Toffa è stata immediatamente trasportata nell'ospedale Cattinara e ricoverata in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni attuali sarebbero molto gravi, la conduttrice è in prognosi riservata per una patologia cerebrale.

Nadia Toffa trasferita al San Raffaele, condizioni stazionarie.

ore 22.48 Nadia Toffa è stata trasferita dall'Ospedale di Cattinara di Trieste, dopo i primi accertamenti e le prime cure, al San Raffaele di Milano. Lo rende noto la Direzione di Asuits, l'Azienda ospedaliera universitaria di Trieste. Toffa e' stata trasferita con elisoccorso e con trasporto protetto. Le sue condizioni sono stazionarie.

I problemi per il trasferimento al San Raffaele di Milano.

ore 20.00 La Direzione di AsuiTs – Azienda sanitaria ospedaliera di Trieste – ha diramato una nota in cui si "conferma il ricovero della dottoressa Nadia Toffa all'Ospedale di Cattinara. La prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione. E' in programma il trasferimento nel corso della serata/notte al San Raffaele di Milano con elisoccorso". Tuttavia, in questo momento il trasporto sembra poter essere a rischio, in virtù delle condizioni meteorologiche avverse che stanno interessando Trieste in queste ore, dove venti tesi soffiano a velocità oscillanti tra i 30 e i 35 km orari.

Il messaggio de Le Iene e della Gialappa's Band.

L'Adnkronos cita fonti Mediaset che confermano l'entità del malore di Nadia Toffa e spiegano che "in questo momento la conduttrice de ‘Le Iene', ricoverata in ospedale a Trieste, è sottoposta a degli accertamenti". Ad aggiornare i tanti appassionati della trasmissione e concittadini bresciani preoccupati per le sue condizioni è stato un messaggio pubblicato sulla pagina ufficiale del programma Le Iene: "La nostra Nadia non è stata Bene. Ci stiamo prendendo tutti cura di lei. Vi terremo informati". Anche Marco Santin, Giorgio Gherarducci e Carlo Taranto della Gialappa's Band hanno voluto far sentire la loro vicinanza a Nadia Toffa, rivolgendole un messaggio su Facebook: "Forza Nadia non mollare! Ti aspettiamo…".

Immediati i soccorsi dopo il malore.

Subito dopo il malore, riporta il quotidiano triestino, immediata è stata la chiamata d'emergenza al numero unico 112. Un'auto medicalizzata e un'ambulanza sono giunte sul posto in maniera repentina. La conduttrice è stata trasportata in estrema emergenza verso l'ospedale più vicino.

Riserbo sulle condizioni di Nadia Toffa.

Al momento non sono note le motivazioni per le quali Nadia Toffa si trovasse a Trieste. Non ci sono, inoltre, messaggi provenienti da, amici, colleghi e persone vicine professionalmente alla conduttrice che abbiano in qualche modo confermato il malore che ha colpito Nadia Toffa. Al momento si mantiene dunque il massimo riserbo sulle sue condizioni di salute, probabilmente in virtù di una situazione in costante aggiornamento e molto delicata. Grande apprensione per le sue condizioni di salute espressa sui social network, soprattutto da parte dei suoi concittadini bresciani.

La carriera della conduttrice

Nadia Toffa, nata a Brescia nel 1979, è uno dei volti di spicco della trasmissione d'inchiesta di Italia 1 Le Iene. Laureata in lettere e filosofia all'Università di Firenze, appare la prima volta in televisione all'età di 23 anni su Telesanterno, un'emittente televisiva locale. Negli anni precedenti al suo arrivo a Le Iene ha lavorato per quattro anni per Retebrescia. Dal 2014 collabora con il programma ideato da Davide Parenti, per il quale ha condotto inchieste di grande rilievo, a partire da quelle relative alla vicenda della Terra dei Fuochi, passando per casi di malasanità, fino al recentissimo (e criticato) servizio sul presunto esperimento nucleare nascosto nei laboratori del Gran Sasso. Da due stagioni, inoltre, è conduttrice del programma, che in questa stagione guida insieme a Nicola Savino e Matteo Viviani. Nel 2015 ha condotto su Italia1 un altro programma ideato da Davide Parenti, OpenSpace.