In una lunga intervista rilasciata a Corriere.it, Morgan è tornato a parlare dei suoi trascorsi televisivi. Il musicista è stato giudice di ‘X-Factor‘ e – seppure per un breve periodo – coach di ‘Amici', lasciando la trasmissione di Maria De Filippi non senza polemiche.

Morgan commenta il trattamento ricevuto in tv

L'artista ha spiegato che il suo scopo è sempre stato quello di essere "musicista in tv", quindi non ha mai sentito di dover cedere a "altre logiche". Il risultato è stato quello di vedersi allontanato e trattato come un emarginato, sebbene questa condizione non lo indisponga particolarmente:

"Mi hanno cacciato tutti. O ti vogliono tutti o ti emarginano tutti. Vivono nell’idea che le cose funzionino per botte di fortuna. Se va di moda la rucola mangiano la rucola. In Italia siamo gregari. Il risultato è che in tv è tutto uguale, agghiacciante. Sono un emarginato e voglio rimanerlo. Ho dimostrato che sono il più televisivo tra i musicisti. Ho sempre fatto picchi d’ascolto. I signori della tv però ti dicono: devi allargare il discorso. Ma largo cosa vuol dire? Intendono basso: abbassa il livello di quello che dici".

Non tornerà a fare il giudice in un talent

Morgan ha chiarito di non essere disposto a tornare a fare il giudice in un talent. Inoltre, ha criticato aspramente il modo in cui si è evoluto X-Factor, come già aveva avuto modo di fare in passato: "Non tornerei  a fare il giudice in un talent, vivo per il domani. Resto il giudice che ha vinto più al mondo, non sarà facile vedermi di nuovo al banchetto dei gelatai di X-Factor. E non è bello come tutto è degenerato: era partito come uno show nobile; ora è una cosa squallida e patinata".

I complimenti ad Asia Argento

Tra i giudici della nuova edizione di X-Factor, c'è anche Asia Argento, ex compagna di Morgan. Per lei, il musicista ha avuto parole di profonda stima. Ha riconosciuto che l'attrice e regista possiede anche un'ottima conoscenza in ambito musicale: "Lei è bravissima, se ne intende di musica, mi ha fatto conoscere cose che non sapevo e non vedo l’ora lo faccia col pubblico. Sarà un gran lavoro, sicuramente superiore a tutti quelli che mi hanno succeduto. Mi piacerebbe, idealmente, essere contro di lei in giuria: sarebbe una partita ad alta tensione musicale. Se me lo proponessero? Direi di no".