Fervono i preparativi per la finale di Miss Italia 2019. L'evento, trasmesso su Rai1 e condotto da Alessandro Greco, si terrà venerdì 6 settembre in diretta da Jesolo (qui tutti i dettagli). All'entusiasmo delle 80 finaliste, si contrappongono le parole inaccettabili di chi sta tentando di rovinare l'atmosfera di festa. In queste ore, infatti, la finalista Sevmi Tharuka Fernando è stata vittima di attacchi razzisti.

Chi è Sevmi Tharuka Fernando

L'ufficio stampa del concorso di bellezza giunto all'ottantesima edizione ha evidenziato quanto sta accadendo in queste ore. Sevmi Tharuka Fernando è stata vittima di attacchi da parte di alcuni utenti. Sui social, infatti, hanno puntato il dito contro il colore della sua pelle sostenendo di non riconoscere in lei una bellezza italiana. Sevmi ha 20 anni, è nata a Padova e vive a Villanova di Camposampiero. I suoi genitori sono originari dello Sri Lanka. Il padre vive in Italia da ormai 30 anni e qualche anno più tardi, si è trasferita nel nostro Paese anche la madre della miss.

La solidarietà di Denny Mendez

Nel 1996 (anno della sua incoronazione), l'ex Miss Italia Denny Mendez subì lo stesso trattamento. Anche lei finì al centro delle polemiche per via di coloro che sostenevano non avesse le caratteristiche giuste per incarnare la bellezza italiana. La modella ha voluto rivolgere un in bocca al lupo a Sevmi Tharuka Fernando. Quest'ultima ha accolto con evidente entusiasmo il sostegno di Mendez e ha replicato: "Grazie infinite, gentilissima. Viva il lupo".

La miss si difende

Il Corriere del Veneto ha riportato la replica di Sevmi Tharuka Fernando. La giovane estetista e modella ha spiegato che quanto sta accadendo in questi giorni non è un caso isolato. I pregiudizi, infatti, l'avrebbero perseguitata in ogni tappa delle selezioni del concorso. La ventenne non ha intenzione di farsene un cruccio:

"Purtroppo ci sono ancora tanti pregiudizi, tanta gente non accetta che io sia italiana solo perché ho la pelle scura. Fossi stata figlia di genitori tedeschi e fossi nata in Italia, sono convinta che questa discriminazione non sarebbe mai nata. È successo varie volte da quando ho vinto la prima fascia alle selezioni locali del concorso, e anche recentemente. Sono persone che mi scrivono in privato per non esporsi ma la questione non cambia. Partecipo al concorso anche per abbattere queste discriminazioni e continuo per la mia strada. Se qualcuno mi critica significa che sono stata notata tra le tante. Cosa ho risposto? Ignoro questi attacchi, perché credo che chi è così tarato non cambierà mai idea. Me ne infischio e vado avanti".

Le dichiarazioni di Patrizia Mirigliani

Patrizia Mirigliani ha ricordato i vari casi in cui le miss sono state oggetto di polemica solo perché figlie di genitori stranieri. Uno degli obiettivi del concorso è proprio quello di trasmettere un messaggio di integrazione: "Oltre a Denny Mendez non dimentichiamo che nel 2017 si classificò in terza posizione Samira Rui, friulana di origini senegalesi, e anche in quell’occasione ci furono polemiche analoghe a questa. Ricordo inoltre tra le 187 semifinaliste di questa edizione c’erano varie ragazze di origine straniera. Miss Italia da sempre coglie e integra l’evoluzione sociale del Paese. C’è un modello di integrazione che cresce, che si evolve e che non possiamo ignorare".