Luca Cantiano e Giorgia Pantini sono una delle tre coppie di Matrimonio a prima vista 2020. Lei ha 32 anni, è di Roma e insegna educazione fisica, pallanuoto e nuoto sincronizzato, vive con i genitori e il fratello, ama profondamente gli animali, infatti ha due cani e due gatti; lui ha 31 anni, è di Cisterna Latina e affitta camere a Roma, ama la musica e il calcio, sue grandi passioni. Secondo gli esperti lui ha una personalità molto forte, per cui ha bisogno di avere accanto una donna comprensiva e non aggressiva, che sa quello che vuole. La sessuologa Nada Loffredi, il sociologo Mario Abis e lo psicoterapeuta di coppia Fabrizio Quattrini si troveranno ad affrontare con loro questo folle viaggio all'interno di un matrimonio al buio, che solo sei mesi dopo darà le risposte alle rispettive domande su cosa e quanto ha funzionato nel loro rapporto.

Puntata 6
Quotidianità e vivere insieme

Luca e Giorgia vanno molto d'accordo e la prima cena preparata insieme è un continuo trovarsi, tra il cucinare insieme e farsi scherzi. Mentre parlano davanti una frittura e delle tartine al salmone, la ragazza si lascia andare a un forte trasporto nei confronti suo marito: "Ma tu lo capisci cosa ci sta succedendo?" gli dice, "Più di quello che pensi" risponde lui. È come se i due realizzassero di stare per innamorarsi l'uno dell'altro, con tutta la bellezza del caso e, al contempo, il carico emotivo che questo comporta. Intanto, Giorgia è alle prese con un esame e la gestione dello stress va di pari passo alla volontà di non gravare sul marito, che sembra volerle stare accanto in un modo a volte troppo invasivo. L'esame merita un 30 e la coppia festeggia con un salto nel vuoto congiunto e con spese sfrenate per l'arredamento dalla casa, al fine di personalizzarla. È tutto un florilegio di cuori e sentimenti, i due sembrano proprio destinati a rimanere insieme.

Puntata 5
Prove di convivenza

Luca e Giorgia si dirigono a casa del ragazzo per incontrare i suoi migliori amici, tra i quali Annalisa, la sua ex fidanzata. L'aperitivo va benissimo e Giorgia resta piacevolmente colpita dall'accoglienza di Annalisa. Stessa atmosfera si respira nell'incontro successivo, a Roma, con i genitori della ragazza. Nella casa di famiglia, la coppia avvia un discorso più intimo, fatto di condivisione esperienze e ricordi, in un viaggio nei sentimenti passati che tende a unirli ancora di più. La ricerca di una casa con un budget condiviso li porta a valutare la possibilità di andare a vivere nel B&B che gestisce Luca nella zona dove attualmente vive Giorgia, sfitto a causa del Covid. "La condivisione di una casa è condivisione del profondo. Lì si vede ciò che si è in base a ciò che si ha ed è fondamentale per capirsi fino in fondo" ha commentato l'esperto Mario Abis. I ragazzi si trasferiscono e portano tutte le loro cose nel nuovo appartamento, entrambi armati di un forte entusiasmo, essendo la loro prima convivenza in assoluto.

Puntate 3 e 4
Il ritorno alla quotidianità e la ricerca di una casa

Luca e Giorgia lasciano l'hotel sulle Dolomiti carichi e motivati dal desiderio di sperimentarsi come coppia nella rispettiva quotidianità. Non vogliono separarsi, sintomo che il viaggio di nozze è andato per il meglio, e decidono di passare una notte a Cisterna Latina a casa di Luca per poi dirigersi in quella di Giorgia, per conoscere il resto della famiglia. La decisione su dove andare a vivere è cruciale: Luca vorrebbe sfruttare una casa che ha già, rispetto a Giorgia che vive ancora con i suoi, ma i mille impegni della ragazza con lavoro e studio non consentono loro di potersi proiettare troppo distanti da Roma e restituire a lei una vita da pendolare. D'altronde, anche Luca fa l'affittacamere nella capitale, per cui restano d'accordo sul progetto comune di trovare lì una casa e trasferirsi prima possibile, per iniziare a convivere senza l'impiccio di doversi dividere ogni due giorni per esigenze diverse. La notte a casa di Luca va bene come il resto e i due si preparano a ripartire per Roma, dove avverrà il primo incontro con i genitori di Giorgia e si darà il via alla ricerca di un tetto da condividere.

Puntata 2
Il viaggio di nozze di Luca e Giorgia

"È una coppia forte perché hanno in comune una visione leggera della vita, bisogna vedere se questa leggerezza può diventare qualcosa di più solido" ha commentato il sociologo Mario Abis. Il viaggio di nozze di Luca e Giorgia ha visto come scenario un bellissimo hotel di lusso con Spa sulle Dolomiti. Dalla suite nuziale, una vista mozzafiato, che ha restituito una magica atmosfera alle loro colazioni. Poi, di fila, un giro in elicottero, una cena romantica e il primo litigio, causato da un tatuaggio al collo desiderato fortemente da Luca e parimenti bocciato da Giorgia, che gli ha rifilato un lapidario "se te lo fai, divorzio". Il chiarimento apre a una riflessione sui rispettivi caratteri e tutto sembra tornare in modo placido verso la serenità della camera da letto, dove succede qualcosa ma non si consuma del tutto.

Puntata 1
Le reazioni di Luca e Giorgia al matrimonio

"Si dice che i primi 7 secondi che la guardi risultino fatali e invece a me hanno aperto un mondo, non potevo chiedere di meglio", è così che Luca Cantiano commenta a caldo l'incontro con Giorgia Pantini sull'altare. Un sorriso contagioso, una bellezza acqua e sapone, la semplicità di uno sguardo che lo ha rasserenato, è stato tutto molto immediato. Lo stesso vale per la sportiva romana, rapita dagli occhi di suo marito e convinta di volersi spingere con grande leggerezza verso il viaggio di nozze. Tra i due è nata subito una grande sintonia, complici anche gli scatti realizzati per l'album del matrimonio, che li ha accompagnati in macchina verso le Dolomiti e li ha avvolti in accappatoi fumanti, pieni di brivido e passione, nella prima notte in una Spa di lusso.

La presentazione di Giorgia Pantini

Sono Giorgia Pantini, ho quasi 32 anni e vengo da Roma. Sono un insegnante di educazione fisica e insegno pallanuoto e nuoto sincronizzato. Attualmente vivo con mia mamma, mio papà, mio fratello, due cani e due gatti. Nel quotidiano sono una persona molto easy, molto semplice, mi piace divertirmi, mi piace ridere. L’amore vero per il momento l’ho provato solo per la mia famiglia ed è proprio per questo che mi sono messa in gioco e chissà se gli esperti avranno trovato una persona capace di suscitarmi questo sentimento.

La presentazione di Luca Cantiano

Mi chiamo Luca Cantiano, ho 31 anni e vengo da Cisterna di Latina. Di lavoro faccio l’affittacamere a Roma per i turisti. Le mie passioni sono il calcio e la musica soprattutto. Una donna per conquistarmi deve essere se stessa, essere sincera, onesta e farmi stare bene. Non sono da baci, abbracci e carezze, però quando voglio so essere molto romantico. Ormai a 31 anni ho voglia di innamorarmi, spero di riuscirci e di poter dare e ricevere qualcosa che sia bello e profondo.

Come e quando vedere Matrimonio a prima vista 2020

La quinta edizione di Matrimonio a prima vista consta di 8 episodi da 60 minuti l'uno. Prodotto da NonPanic Banijay per Discovery Italia, è partito ufficialmente online su DPlay Plus dal 29 settembre. Dopo la messa in onda in chiaro su Real Time (Canale 31 del Digitale Terrestre) prevista ogni martedì sera alle 21.20, gli abbonati alla piattaforma di Discovery potranno già vedere l’episodio successivo, in anticipo rispetto a chi non lo è e dovrà aspettare una settimana per vederlo. L’hashtag ufficiale è #MatrimonioAPrimaVista.