Marco Carta avrebbe dovuto presenziare a Live – Non è la D'Urso. Precisamente nella puntata del 4 ottobre. Il cantante era stato invitato da Barbara D'Urso a prendere parte al talk sul "sistema" che inscena gossip finti, di cui ha parlato Gabriel Garko. La sedia su cui doveva sedere Carta, però, è rimasta vuota. Non ha potuto entrare in studio perché, nel momento dei controlli previsti dalle norme di sicurezza anti-Covid, aveva un po' di febbre.

L'assenza di Marco Carta a Live – Non è la D'Urso

L'emergenza Coronavirus ha imposto rigidi controlli anche riguardo all'accesso negli studi televisivi. Le norme vanno rispettate meticolosamente per evitare che gli addetti ai lavori vengano contagiati dal Covid-19. Tra i controlli previsti per accedere agli studi c'è la misurazione della temperatura. Marco Carta sembra avesse qualche linea di febbre e dunque, non ha potuto prendere parte alla trasmissione. La conduttrice ha spiegato:

"Avevamo invitato in studio la prima persona che ha fatto coming out per sua scelta in un programma televisivo che è Marco Carta. Come sapete, prima di entrare facciamo tutti dei controlli. Marco è venuto qui ma aveva un pochino di febbre, abbiamo evitato anche di fare il test, è andato via e ci guarderà da casa. Sono certa che sia solo una piccola influenza".

Avrebbe dovuto partecipare al talk su Morra e Del Vesco

Nella puntata di Live – Non è la D'Urso, trasmessa domenica 4 ottobre, Barbara D'Urso ha parlato dei finti gossip e della relazione tra Massimiliano Morra e Adua Del Vesco. Secondo Enrico Lucherini, che in passato ha curato l'ufficio stampa della Ares, la storia d'amore tra i due attori sarebbe finta:

"Nessuna storia. Credo che Adua Del Vesco non l'abbia mai nemmeno baciato. Ma nemmeno sulla guancia. Io non li ho mai visti baciarsi. Non mi interessava questa storia, perché sapevo che sarebbe stata una follia andare avanti con questa storia. Se Massimiliano è davvero omosessuale? Questo io non l'ho mai saputo. La storia privata di Morra non la conosco. Sia a Zagarolo che sul set si dormiva nei bungalow e loro dormivano in due bungalow separati. Non credo ci sia stata una storia tra loro due".