Nella puntata di Live – Non è la D'Urso, trasmessa domenica 7 febbraio, c'è stata la resa dei conti tra Paolo Brosio, la fidanzata Maria Laura De Vitis e Manuela Ferrera. Quest'ultima, ha accusato il giornalista di non essere stato corretto nei confronti della sua compagna. A suo dire, avrebbe tentato di baciarla e le avrebbe fatto degli apprezzamenti. Nell'ascensore del programma di Barbara D'Urso è avvenuto il confronto.

Il confronto tra Maria Laura De Vitis e Manuela Ferrera

La prima ad affrontare un confronto, è stata Maria Laura De Vitis. La fidanzata di Paolo Brosio, ribattezzata ormai con il nomignolo di Topolina, è entrata nell'ascensore dove ha incontrato Manuela Ferrera. Quest'ultima ha preteso le scuse della giovane, perché ritiene di essere stata trattata da lei come una poco di buono:

"Pretendo delle scuse da te perché mi sono sentita dare della poco di buono, della donnaccia, della donna poco fine e poco elegante. Brosio mi ha aspettata per 40 minuti davanti al mio camerino, è stato lui a chiedermi il numero. Se ha tentato di darmi un bacio? Uno sfioramento di labbra c'è stato, poi magari aveva il torcicollo".

Maria Laura De Vitis non ci sta. Ha precisato subito di non essersi mai permessa di insultare Manuela Ferrera: "No, se vuoi travisare le parole che ho detto fai pure. Sei una bella donna ma non sei il tipo di Paolo. Non ti ho mai dato della donnaccia. Eri tu a mandare messaggi pieni di cuori al mio fidanzato. Al mio fidanzato non li mandi i cuori". 

Le accuse a Paolo Brosio, il giornalista nega tutto

Anche Paolo Brosio, allora, ha raggiunto le due donne nell'ascensore. Il giornalista ha rispedito tutte le accuse al mittente: "Se io ti avessi baciato…Il mio bacio è come un rock, avresti avuto uno shock. Saresti cascata per terra. Io ricordo di averti dato solo un bacio sulla guancia. Poi il mio camerino era vicino al tuo e non l'ho mica messo io vicino a te, non sapevo neanche che ci fossi tu". Manuela Ferrera, che sostiene di essere stata corteggiata anche da Gonzalo Higuain, ha rincarato la dose:

"Le labbra si sono sfiorate. Poi ti ho visto dopo 40 minuti davanti al mio camerino. Stai negando che appena sei uscito dall'ascensore non mi hai guardato il sedere e non mi hai fatto un apprezzamento? A Mediaset ci sono tante telecamere che possono testimoniare. Mi hai detto anche: ‘Ora capisco perché Gonzalo Higuain ha perso la testa per te, guarda che corpo'".

Brosio ha continuato a negare: "Ma quale sedere, davanti al tuo camerino c'era anche il mio agente e tu stavi con un ragazzo. Non ero mica da solo in camerino con te. Non ti ho toccato con un dito. Non ti ho nemmeno baciata. Per quanto mi riguarda, l'ascensore si può anche chiudere". Insomma, nonostante i toni accesi, ognuno è rimasto fermo sulla sua posizione.