La fiction Doc – Nelle tue mani si prepara a salutare il pubblico di Rai1. L'attesissimo finale di stagione andrà in onda giovedì 19 novembre. Luca Argentero ne ha parlato in un'intervista rilasciata a Tv, Sorrisi e Canzoni. L'attore non solo ha confermato per l'ennesima volta che Doc 2 si farà, ma ha anche ammesso candidamente di sentire già la mancanza di Andrea Fanti.

Luca Argentero conferma la seconda stagione di Doc

Che Doc – Nelle tue mani avrebbe avuto la seconda stagione è notizia nota ormai da tempo. Il primo a confermarla è stato Francesco Arlanch, sceneggiatore della serie tv record di ascolti insieme a Viola Rispoli. Poi lo stesso Luca Argentero aveva dichiarato a Fanpage.it, che nel progetto c'era già il seme della seconda stagione:

"Ci auguriamo un po' tutti che ci sia la seconda stagione. È bello quando capisci che una storia funziona. Senza spoilerare nulla, posso anticipare che la fiction è già scritta per avere un seguito. Difficile che si produca una serie del genere senza immaginare che possa proseguire. È un progetto enorme, un intero reparto è stato ricostruito. Tendenzialmente quando metti in piedi una cosa del genere è perché speri che poi abbia un seguito".

A Tv, Sorrisi e Canzoni, Argentero ha riconfermato che la seconda stagione è in cantiere: "Da grande appassionato di serie, vedere finire una storia è bellissimo ed è il completamento di un percorso, ma alcune porte rimarranno aperte, quindi… […] L'unica cosa che so sulla seconda stagione è che gli sceneggiatori sono al lavoro sui nuovi episodi". Fanpage.it è in grado di aggiungere un ulteriore tassello. Secondo quanto dichiarato dall'attore Alberto Malanchino ai nostri microfoni, l'idea sarebbe quella di iniziare le riprese a marzo, Covid permettendo.

L'attore sente già la mancanza di Andrea Fanti

Luca Argentero, sebbene sia felice di avere il tempo di potersi dedicare alla sua famiglia, ha ammesso di sentire la mancanza di Andrea Fanti: "A me Andrea Fanti manca già. Io l'ho salutato qualche mese fa quando abbiamo finito di girare". Gli spettatori, però, possono dormire sonni tranquilli. Come l'attore ha precisato, "si tratta solo di un arrivederci".