Netflix ha annunciato una nuova serie italiana, tutta al femminile. Non solo nel cast, ma anche dietro le quinte: la piattaforma di streaming, dai suoi profili social, ha parlato di una produzione che vedrà un team interamente composto da registe e scrittrici. Il titolo è "Luna nera" e si profila come un prodotto decisamente interessante, un fantasy realistico di cui sono state rilasciate le prime informazioni e alcune immagini.

Anticipazioni Luna nera, la trama

La serie racconta infatti la storia di un gruppo di donne che vengono accusate di stregoneria ed è ambientata nell’Italia del XVII secolo. Per vederla, sarà necessario pazientare un po': "Luna nera" arriverà su Netflix soltanto all'inizio del 2020. Come anticipa l'Ansa, sarà divisa in sei puntate e la vicenda sarà quella di Ade, una levatrice di 16 anni accusata di essere una strega che si rifugia in una misteriosa comunità di donne al limitare del bosco. Dovrà decidere se diventare leader del gruppo o scegliere l'amore di Pietro, figlio del capo dei Benandanti, i cacciatori di streghe. La serie è tratta da "Le Città perdute", primo volume della trilogia scritta da Tiziana Triana (anche sceneggiatrice e creatrice della serie con Francesca Manieri e Laura Paolucci), che uscirà in libreria a novembre. A confermare l'ambizione del progetto, il fatto che sia stato messo in cantiere ancora prima della pubblicazione del libro.

Il cast

"Luna nera" vede nel cast Antonia Fotaras, Giada Gagliardi, Adalgisa Manfrida, Lucrezia Guidone, Barbara Ronchi e Giorgio Belli, Manuela Mandracchia e Federica Fracassi. Molti i volti all'esordio o emergenti, dunque, mentre in cabina di regia siedono tre grandi nomi come Francesca Comencini ("Gomorra – La serie"), Susanna Nicchiarelli ("Cosmonauta") e Paola Randi ("Tito e gli alieni"). A produrre è la Fandango di Domenico Procacci. Le riprese si sono svolte tra Cinecittà e in varie location del Lazio, tra cui il castello di Montecalvello.

Le serie italiane Netflix

Se da un lato la serialità italiana è sempre più spinta a sperimentare e le produzioni in costume stanno aumentando (pensiamo anche a "Romulus", la produzione Sky sulle origini di Roma), dall'altro si registra un interesse crescente di Netflix nel confezionare prodotti italiani. Oltre a "Luna nera", vedremo prossimamente sulla piattaforma anche "Summertime", spin off del celebre "Tre metri sopra il cielo", il thriller soprannaturale"Curon", ambientato in Trentino Alto-Adige, e un adattamento del libro "Fedeltà" di Marco Missiroli.