Non sono giorni facili per Awed su Playa Reunion. Il naufrago nell'ultima puntata dell‘Isola dei famosi è finito in nomination per la seconda volta consecutiva. Non solo, l'ultimo televoto ha sancito l'eliminazione della sua complice Vera Gemma, la persona con la quale più aveva legato in assoluto sull'Isola. L'influencer così si è ritrovato triste e solo e nel primo giorno dopo la dietta si è lasciato andare ad uno sfogo in lacrime, isolandosi dal resto del gruppo.

Lo sfogo di Awed: "Mi manca Vera Gemma"

L'uscita di scena di Vera Gemma è stata per Awed un vero colpo basso. In realtà la naufraga non è ripartita per l'Italia, ma si trova momentaneamente a Parasite Island insieme agli altri naufraghi eliminati dal gioco. La prossima settimana a tre di loro sarà concesso di tornare in gioco sull'isola principale, dunque Awed potrebbe riabbracciare presto l'amica. Questo però l'influencer ancora non lo sa e così si lascia prendere dallo sconforto e alle telecamere racconta: "I ragazzi hanno tutte le motivazioni per tenermi fuori dal gruppo. Per me capire che loro ci sono per me è molto importante. Ho avuto un crollo emotivo che è dovuto all'uscita di Vera, per questo mi sono allontanato", spiega.

Angela Melillo rassicura Awed: "Non sei solo"

L'isolamento dell'influencer non sfugge al resto del gruppo che di comune accordo, o quasi, decide di risollevargli il morale facendogli sentire tutto il loro sostegno. Per questo Angela Melillo, leader della settimana, decide di andare a parlagli a nome di tutti. "Non sei da solo Awed, veramente", lo consola seduta al suo fianco. "Vieni perché noi ci teniamo. Te lo dico io ma parlo a nome di tutti, credimi". Seppur con qualche esitazione, prova a sciogliersi anche Gilles Rocca, nonostante con Awed abbia avuto un duro scontro in settimana: "Non andrò da lui a parlargli perché vedo che da parte sua non c'è un'apertura. Ma se lui vorrà, per me possiamo fare pace, visto che non c'è stata nessuna guerra iniziale". Non è lo stesso per Daniela Martani che non ritiene consono l'atteggiamento consolatorio del gruppo nei confronti del ragazzo: "Io lo lascerei bollire nel suo brodo, se no arrivederci e grazie. Non hai 12 anni, ne hai 24".