"I volti cambiano, il calcio resta". Potrebbe essere questo il motto della prossima stagione di Sky, che a quanto pare si prepara a stravolgere la sua formazione base, rimpiazzando alcuni senatori con le nuove leve. Questa rivoluzione partirebbe dal volto femminile per eccellenza di Sky Sport, Ilaria D'Amico. La giornalista, stabilmente alla guida di Sky Calcio Show dal 2003 (solo una pausa temporanea per la maternità), potrebbe scegliere proprio la stagione calcistica 2018-2019 per salutare la creatura che ha contribuito a rendere un punto fermo delle domeniche di molti italiani, così da dedicarsi ad altri progetti professionali.

Ilaria D'Amico via da Sky Calcio Show?

Fanpage.it ha appreso che dal prossimo anno la conduttrice dovrebbe distaccarsi dal progetto di Sky Calcio Show.

L'addio di Ilaria D'Amico a Sky trova riscontro in alcuni elementi volti a suffragare questa ipotesi. A cominciare da alcune dichiarazioni da lei rilasciate alcuni mesi fa, quando non aveva fatto mistero che prima o poi la sua avventura nel calcio si sarebbe conclusa, proprio per il desiderio di occuparsi di altro (d'altronde, sia per Sky che per altre emittenti, la giornalista si è spesso occupata di attualità e politica). In questo scenario diventa tutt'altro che trascurabile la vita privata, visto che svincolarsi dall'impegno settimanale significherebbe per la D'Amico poter seguire con maggiore elasticità i movimenti del compagno Gigi Buffon, destinato ad approdare al Paris Saint Germain dopo l'addio alla Juventus. Difficile capire se l'addio a Sky Calcio Show significherebbe per la conduttrice un'uscita definitiva da Sky, dove in realtà potrebbe trovare spazio in altri ambiti.

Il futuro incerto di Diletta Leotta

Dovesse trovare riscontro nella realtà l'addio di Ilaria D'Amico, si aprirebbe in automatico un totonomi per la successione a Sky Calcio Show. Riffa che vedrebbe certamente il nome di Diletta Leotta in cima alla lista delle possibili eredi della D'Amico alla conduzione del programma calcistico di punta dell'emittente. L'attuale presentatrice dell'approfondimento sulla Serie B, che si sta godendo le vacanze estive puntualmente documentate su Instagram, è tra i volti televisivi femminili italiani più popolari sui social network e avrebbe tutte le carte in regola per succedere alla collega veterana. Ma dai corridoi di Sky arrivano parole attendiste sul suo futuro, visto il ricco panorama di possibilità che si aprirà a Sky nella prossima stagione. Dalla Champions League all'Europa League, alla Serie A "quasi" esclusiva. "Diletta è un'erede in un mondo di eredi", aveva detto proprio Ilaria D'Amico, stuzzicata sul nome più adatto alla sua successione.

E Massimo Mauro?

Un altro cambio importante potrebbe caratterizzare la prossima stagione calcistica di Sky e riguarda Massimo Mauro. Pare infatti che l'opinionista, ex calciatore di Napoli e Juventus e tra le colonne di Sky Calcio Club, potrebbe cambiare collocazione. Non è ancora chiaro se si tratti di un coinvolgimento in un nuovo progetto, magari proprio inerente il ritorno della Champions League, oppure una semplice limitazione dei suoi impegni settimanali con l'approfondimento condotto da Fabio Caressa.

Il (quasi) monopolio di Sky

L'attenzione per i mondiali di calcio su Mediaset sta infatti oscurando, come è giusto che sia, le grandi novità che caratterizzeranno la prossima stagione calcistico-televisiva. L'acquisizione dei diritti di Serie A per il prossimo triennio ha gettato le basi per una posizione di Sky che sarebbe eufemistico definire dominante. L'esito della spartizione tra l'emittente di Murdoch e Perform dei tre pacchetti relativi ai diritti di trasmissione del massimo campionato nazionale potrebbe portare, tramite un più che probabile accordo tra le due aziende, ad una Sky in grado di mostrare tutte le partite di Serie A ai propri abbonati, avvalendosi dei diritti di ritrasmissione contemplati dal bando pubblicato dalla Lega. Diritti di cui intenderebbe servirsi anche Mediaset, fuori dai giochi per l'acquisizione dei pacchetti e senza alcun evento da trasmettere nei prossimi tre anni. È dunque legittimo credere che potrebbero essere molteplici le nuove possibili collocazioni per Diletta Leotta, che avrà comunque una concorrenza ampia, visto il folto parterre di ottime professioniste in dotazione a Sky Sport.