Il Festival di Sanremo 2020 sarà per sempre legato al ricordo della singolare lite tra Morgan e Bugo avvenuta sul palco dell'Ariston. Marco Castoldi ha modificato il testo della canzone ‘Sincero‘ per lanciare delle accuse a Cristian Bugatti. I due artisti sono stati squalificati. Morgan, ospite della puntata di ‘Live – Non è la D'Urso' trasmessa domenica 16 febbraio,  ha deciso di mettere all'asta il foglio su cui ha scritto i versi che hanno causato la sua uscita di scena al Festival.

Il foglio originale di Morgan a Sanremo: ricavato in beneficenza

L'inserzione è stata pubblicata su Ebay. La base d'asta è stata fissata a 5 euro. La chiusura è prevista per sabato 22 febbraio. Mercoledì 19 febbraio, nel momento in cui scriviamo, si contano già 154 offerte. Il foglietto su cui sono stati scritti i versi dell'invettiva di Morgan è arrivato a ben 2660 euro. Il ricavato andrà in beneficenza. Nell'inserzione si legge:

"Il foglio originale di Morgan a Sanremo. Foglio scritto a mano da Morgan con il testo modificato della canzone "Sincero", cantato da Morgan al Festival di Sanremo 2020. Il foglio è stato mostrato in diretta a "Live" il 16 febbraio 2020″.

Il testo di ‘Sincero' modificato da Morgan

Quello della squalifica di Morgan e Bugo è un caso unico nella storia del Festival di Sanremo. È stata la prima volta, infatti, in cui un cantante ha abbandonato il palco e ha ricevuto la comunicazione della sua squalifica in diretta. Non sorprende, dunque, il riscontro che sta ottenendo l'asta: ovviamente non per il valore materiale del foglietto ma per ciò che rappresenta. Sul foglio messo all'asta, appare stampato il vero testo di ‘Sincero': "Le buone intenzioni, l'educazione, la tua foto profilo, buongiorno e buonasera". A penna, invece, ci sono le annotazioni di Morgan. Si nota come all'inizio avesse optato per "le false intenzioni", salvo poi sostituirlo con "le brutte intenzioni, la maleducazione". Sul foglio si possono vedere altre correzioni come la frase "Fai ciò che vuoi con i piedi in testa agli altri" che è diventata: "Fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa". Al netto delle correzioni, i versi che Morgan intendeva cantare sono:

"Le brutte intenzioni, la maleducazione. La tua brutta figura purtroppo ieri sera e l'ingratitudine, la tua arroganza. Fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa. Il disordine è una forma d'arte, sai solamente coltivar l'invidia".