Maria De Filippi e Sabrina Ferilli hanno inaugurato il momento Sex and the city a Tu sì que vales dopo aver visto l'esibizione bollente degli spogliarellisti del gruppo Candymen. "Hai visto che belli? Ma questi ce li portiamo in finale no?" ha sussurrato l'attrice alla migliore amica conduttrice, mentre i virgulti ballerini si sono spogliati solo dietro le quinte. Eppure, nel video di Got Talent Olanda, il nudo integrale, coperto solo dalle mani, era finito tranquillamente in prima serata.

Maria De Filippi e Sabrina Ferilli in Sex and the city

Maria De Filippi, Gerry, Scotti, Teo Mammucari, Rudy Zerbi hanno preferito glissare sulle mutande a strappo e concedere lo spettacolo completo solo a Zerbi dietro le quinte. Quest'ultimo non si è risparmiato in quanto a commenti, esclamando più e più volte che i corpulenti spogliarellisti ‘valevano eccome', divertendosi anche a fare chiari riferimenti alle loro doti nascoste. Il capo della giuria popolare, la Ferilli appunto, non si è allora risparmiata in commenti e, a sua volta, ha creato uno ‘spazietto' esilarante con la sua migliore amica, ormai devastata dalle risate: "Ahò quant'erano boni quelli, hai visto che culi c'avevano? Ma questi li abbiamo portati in finale vero?", "No, non ancora…Ma vedi che hai il microfono aperto…" ha risposto la De Filippi, scatenando la reazione immediata dell'attrice romana "Ma sarai mica scema Marì? E poi mica vado in onda così, questo me lo tagliano…". E invece no. La ricetta della spontaneità mista a simpatia e della trasparenza dei rapporti confidenziali tra i singoli giudici è risultata nuovamente vincente anche agli ascolti tv.

Chi sono i Candymen

I Candymen altro non sono che un gruppo di spogliarellisti che gira il mondo facendo gli streappers. Hanno dai 26 ai 40 anni e girano il mondo con i loro show, che possono essere sia a tema in base alla serata alla quale partecipano sia commissionati in base alle necessita del/della richiedente. Il sito ha tutta l'aria di avere una comunicazione alla Magic Mike, film del 2012 diretto da Steven Soderbergh e inerente proprio al mondo degli streappers, diventato iconico per la presenza sullo schermo di attori fisicati come Channing Tatum, Matthew McConaughey, Joe Manganiello e Matt Bomer, minato nella sua dimensione di virgulto sex symbol dallo strappo facile dal coming out con il quale confessò al mondo di essere omosessuale.