Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1 è il primo dei due film che conclude l'intera serie cinematografica tratta dalla saga letteraria firmata da J.K. Rowling. Diretto da David Yates, nei cinema nel 2010, è il settimo film della storia di Harry Potter e mette per la prima volta sullo schermo due grandi cattivi della saga: Voldemort e Grindelwald. I due maghi oscuri sono divisi dagli anni ma sono accomunati dallo stesso desiderio, quello di far trionfare il Male e la propria volontà attraverso il controllo della bacchetta magica più potente: la Bacchetta di Sambuco.

L'incontro tra Voldemort e Grindelwald

In Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1, il personaggio di Voldemort interpretato da Ralph Fiennes farà visita a Grindelwald  (Jamie Campbell Bower da giovane e Michael Byrne da anziano) nella prigione dei maghi di Nurmengard. Il Signore Oscuro è infatti convinto che Grindelwald sia ancora il possessore della Bacchetta di Sambuco, originariamente rubata al fabbricante Gregorovich. Ma la Bacchetta di Sambuco è in realtà da tempo stata in possesso di Albus Silente, da quando questi riuscì a sconfiggere e far rinchiudere Grindelwald. Così, Voldemort dovrà profanare la tomba del preside della scuola di Hogwarts per riuscire a entrare in possesso della bacchetta.

Grindelwald tra "Harry Potter" e "Animali Fantastici"

Grindelwald è l'antagonista principale della serie prequel nata dai romanzi di J.K Rowling, "Animali Fantastici". È il mago oscuro che seminò il panico nel mondo magico prima dell'arrivo del Signore Oscuro. La sua volontà è quella di soggiogare i babbani al mondo magico per un bene superiore. È, in questo senso, mosso da principi più umani rispetto a Voldemort ma è altrettanto determinato e votato al Male. In "Animali Fantastici" è interpretato, nel primo film, da Colin Farrell sotto le mentite spoglie di Percival Graves, direttore della sicurezza magica del MACUSA. Nel finale di quel film, uscito nel 2016, si scoprirà la reale identità e sarà l'esordio di Johnny Depp nel personaggio del mago oscuro. Nel secondo film della saga prequel, intitolato "I crimini di Grindelwald", sarà il solo Depp a dare volto a Grindelwald.

La storia della Bacchetta di Sambuco

La Bacchetta di Sambuco è uno dei Doni della Morte, insieme al Mantello dell'Invisibilità e alla Pietra della Resurrezione. È la più potente bacchetta magica del mondo di Harry Potter. Il suo possessore diventa quindi invincibile. La leggenda narra che la Bacchetta venne donata dalla Morte ad Antioch Peverell. La bacchetta cambiò numerosi possessori, spesso in modo violento e con l'uccisione del proprietario precedente. La Bacchetta di Sambuco giunse infine al fabbricante di bacchette Gregorovich, rubata poi da Gellert Grindelwald. Sarà Albus Silente, dopo aver sconfitto il mago oscuro, a diventare proprietario della bacchetta. In "Harry Potter e il principe mezzosangue", la bacchetta viene seppellita con Albus Silente. Voldemort, come si vede nel finale del film, profana la tomba per impossessarsi del prezioso strumento magico. Sarà tutto inutile. Perché Draco Malfoy sarebbe il legittimo proprietario, in maniera del tutto inconsapevole, avendo disarmato Silente. Sarà così Harry Potter, dopo aver disarmato Draco Malfoy, a diventare legittimo proprietario della Bacchetta di Sambuco, riuscendo a sconfiggere per sempre il Signore Oscuro.