"Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2" rappresenta il capitolo conclusivo della saga cinematografica di Harry Potter, il personaggio nato dal talento letterario di J.K. Rowling. Tutto trova una sua conclusione definitiva, compreso il destino del fedele e letale serpente di Voldemort, Nagini, che terrorizza gli appassionati – e lo stesso Harry Potter – facendo la sua prima comparsa in "Harry Potter e il Calice di Fuoco", quarto film della saga. Con l'avvento della seconda serie di film tratti dall'universo di Hogwarts, "Animali Fantastici", sappiamo di più sulla genesi del malefico serpente, scoprendo che in realtà Nagini è una strega, un Maledictus, che può trasformarsi in un serpente. A interpretarla è l'attrice Claudia Kim.

La storia di Nagini tra Animali Fantastici e Harry Potter

Nagini, a causa di una maledizione del sangue, può trasformarsi come e quando vuole in animale, proprio come può fare un Animagus. A differenza di questi (come Lupin o Sirius Black), una volta trasformato in animale una Maledictus non può più ritornare alla forma animale. Della forma umana di Nagini scopriamo di più in "Animali Fantastici – I crimini di Grindelwald", secondo film della nuova saga con protagonista Eddie Redmayne. Il nome del personaggio "Nagini" proviene dal termine naga che fa riferimento una antica ragazz adi uomini-serpente adorati dalla mitologia vedica e induista. 

Nagini è un Horcrux di Voldemort

Come sarà noto, Nagini è uno degli Horcrux viventi di Voldemort insieme a Harry Potter. Un Horcrux è un oggetto stregato creato da un mago affinché possa contenere una parte della sua anima e garantirsi così l'immortalità. Voldemort è l'unico mago che è riuscito a crearne sei volontariamente. Harry Potter diventa involontariamente un Horcrux di Voldemort nel giorno in cui questi prova a uccidere il ragazzo. Questo è il motivo per cui c'è connessione tra i due e perché Harry Potter è in grado di essere in connessione anche con Nagini, parlando la stessa lingua del serpente.