Giancarlo Magalli rinviato a giudizio per diffamazione nei confronti di Adriana Volpe. È quanto riferisce il sito Dagospia: il Tribunale di Milano avrebbe deciso che il conduttore de I Fatti Vostri dovrà presentarsi in aula il prossimo 15 luglio, per la prima udienza del processo. La querelle giudiziaria è legata ad alcune dichiarazioni che Magalli ha pronunciato nei confronti della ex collega, sui social e nel corso di un'intervista su Chi del novembre del 2017. In seguito a quelle parole, che hanno dato il via a una lunga guerra a distanza tra i due conduttori, la Volpe è stata spostata da I Fatti vostri a Mezzogiorno in famiglia.

La guerra dura dal 2017

Ripercorriamo l'annosa vicenda che ha portato a uno degli scontri più clamorosi della recente storia televisiva della Rai. Era il marzo 2017, quando scoppiava in diretta a I Fatti vostri un battibecco tra Magalli e la Volpe. Spazientito da un riferimento alla sua età, il conduttore apostrofò duramente la collega; ne conseguì un acceso botta e risposta via social, che lasciava intendere una crisi definitiva nel rapporto tra i due. "Le donne forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni", insinuò addirittura Magalli: una frase che scatenò la querela da parte della conduttrice.

L'ultimo scontro

Da allora, le frecciatine reciproche sono continuate a cadenza regolare. Aula di tribunale a parte, il battibecco si è riproposto di recente, con Magalli che in un'ospitata a Non è l'Arena di Massimo Giletti ha usato termini non certo lusinghieri: "Con le bestie non parlo". Immediata la replica di Adriana Volpe via social: "Posso solo rispondere che “A Pasqua il rispetto per le donne non è risorto!". Magalli si è successivamente pentito per l'infelice battuta pronunciata da Giletti: "Per una volta ha anche un po’ ragione e mi scuso".