Lo scontro tra Fernanda Lessa e Antonella Elia continua anche in diretta tv, non solo tra le mura della casa di Cinecittà, ma anche dinanzi alle domande di Alfonso Signorini le due non si risparmiano e senza timore dicono ciò che pensano l'una dell'altra.

Dopo la lite della notte scorsa, che ha visto le due concorrenti urlarsi contro e soprattutto arrivare ad usare le mani per affermare le proprie ragioni, Alfonso Signorini non ha resistito e insieme alla produzione ha pensato di voler mettere ulteriormente alla prova le due concorrenti e chiamandole una nel confessionale e l'altra nella mistery room, le sottopone ad una sfilza di domande piuttosto dirette e pungenti, con l'obiettivo di sanare un rapporto che lo stesso Signorini ha definito irrecuperabile. La prima a parlare è la modella brasiliana: "Antonella è una persona inaffidabile. Ha i suoi problemi da risolvere e io non sono una psichiatra" seguita dalla showgirl che afferma: "Fernanda è infida e fa paura, è brutta e cattiva" rilancia Antonella. La domanda cruciale, però, è quella che scatena il vero e proprio veleno da parte di entrambe. Il padrone di casa del reality chiede: "Cosa ha l'una meglio dell'altra?" e a riprendere la parola è proprio Fernanda: "Non ho mai detto che sono meglio di lei ma non posso stare nel suo stesso ambiente. Sono felice di essere in nomination con lei perché una di noi due deve uscire" .

Lo scontro si accende

Si tocca un tasto dolente, quello delle formule usate dalla modella brasiliana, che più volte la Elia le ha contestato, come quella "Vade retro, Satana" usata contro di lei, e la Lessa ha spiegato di non voler essere offensiva, ma ad Antonella non è piaciuta la risposta e ha continuato dicendo: "Lancia delle maledizioni eterne, fa paura". Gli insulti pesanti arrivano proprio in questo momento, tanto che Fernanda chiede al conduttore se siano in fascia protetta per poter replicare come vorrebbe, ma ripiega su un più generico: "Vai a farti curare, ma veramente". Antonella Elia non sembra essere toccata dall'accusa e anzi, mette il carico da novanta: "Lei è già in cura ma non serve a niente"