Giuliano Condorelli aveva portato con sé anche le chiavi di casa. Le aveva portate per far capire con chiarezza le sue intenzioni a Rosalinda Cannavò, dopo che lei nelle ultime settimaneaveva lamentato una sua latitanza: "Sicuramente lui è molto riservato, ma di base non credo voglia rispondere pubblicamente ai dubbi da me espressi in questi giorni. E il motivo è che la risposta non sarebbe positiva". Ma la 33esima puntata ha riservato una sorpresa inaspettata per Condorelli, che ha provato a spiegarsi con Risalinda:

Surreale tutto ciò. Ho visto adesso le clip andate in onda e mi hanno ricordato alcune cose. Quello che ho fatto sino ad oggi è essere riservato come sai, ma se l'ho fatto è stato solo per protegere quello che abbiamo creato. Non ci sono riuscito, come vedi sono qui, cascato con tutte le scarpe, ma consapevolmente, perché ho messo te davanti a tutto. Anzi noi, quel noi di cui parlavi qualche sera fa. In quel video che ho rivisto stasera ho pensato a quanto stessimo bene prima che tu venissi qui, avevamo un nuovo equilibrio nella stessa città, nella stessa casa, che avrebbe probabilmente a quello cui tu stai facendo riferimento con i tuoi viaggi mentali. Poi questi mesi che ti stravolgono, che ti rigirano come un calzino, durante i quali crollano le tue certezze. Forse le nostre basi non era così solide, però mi piace aggrapparmi a tutti i momenti belli passati insieme e alle nostre dimostrazioni di amore folle in questi anni. Mi aggrappo a quelle.

Le parole di Giuliano non sembrano aver convinto del tutto la compagna, che si mostra perplessa: "Sono sorpresa perché non mi aspettavo tu venissi. Sicuramente ho utilizzato parole forti e in questo periodo faccio molti viaggi mentali qui […] Fuori capiremo entrambi tante cose, per me non è semplice, sai il bene che ti voglio e mi dispiace se ti ho ferito in qualsiasi modo con le mie parole, ma da te vorrei un gesto concreto. Non ho più voglia di perder tempo e di giocare. Tu hai fatto tante cose per me, ma oggi che siamo liberi da vincoli, mi aspetto qualcosa". 

Qualcosa che lei è pronto a darle, mostrandole una copia delle chiavi di casa simbolicamente: "Sono pronto a vivere con te. Non è una cosa di circostanza, capisco il tuo stato d'animo qui dentro e non mi sento assolutamente in dovere di farlo. Tu conosci il mio cuore, io voglio aspettarti a casa". Il gesto, però, non suscita in Rosalinda quello che lui si sarebbe atteso e, chiedendogli scusa, gli chiede tempo:

Era quello che volevo, in questi giorni ho pensato tanto a questa cosa. In questo momento credo che entrambi meritiamo un periodo di prova, perché io mi sento molto confusa. Credo che io e Giuliano dobbiamo prenderci del tempo insieme per capire delle cose.