Nella puntata di “Live – Non è la D’Urso” andata in onda il 9 dicembre, al talk dedicato ai vip che hanno cambiato vita dopo avere speso i loro guadagni, ha partecipato Fabio Macellari, ex terzino di Cagliari, Inter e Bologna. Campione di successo, ha dilapidato la fortuna accumulata giocando sui campi da calcio. Oggi fa il panettiere e il taglialegna, attività alle quali si è dedicato dopo essersi ritirato. Una scelta obbligata arrivata dopo anni difficili. A spingerlo a rialzarsi sarebbe stato il sostegno ricevuto dalla sua famiglia.

Come Fabio Macellari ha dilapidato la sua fortuna

Faccio il panettiere e il taglialegna” ha esordito Macellari spiegando in che modo è cambiata la sua vita: “Quando sei giovane non ti rendi conto della fortuna che hai perché i guadagni sono tanti. La bella vita  che vedo fare oggi agli influencer è quella che ho fatto io. Offrivo sempre in discoteca, ho sempre speso per gli altri. Quando smetti di giocare i soldi finiscono pur cercando di mantenere quello stile di vita. Poi ho fatto uso di droga e la droga porta a questo. Purtroppo ci ho sbattuto la testa ma ho avuto il sostegno della mia famiglia e ho ricominciato a lavorare. O fai così o muori”.

Gli anni segnati dalla droga

Macellari ha ammesso pubblicamente di avere fatto uso di sostanze stupefacenti. Quella scelta avrebbe segnato la sua vita in maniera irreversibile, come raccontò qualche anno fa al Fatto Quotidiano: “Uscivo con gli amici, facevo nottata, rientravo al mattino arrivando tardi agli allenamenti. Passare alla droga è stato un attimo”. Anni che lo hanno cambiato, presentandogli un salatissimo conto da pagare:

Mi sono divertito a tal punto che servirebbero quattro vite a una persona normale per spassarsela come ho fatto io in quegli anni. Ma mi è costato carissimo. In un attimo ho buttato via tutto. Soldi e carriera. Certi atteggiamenti, potessi tornare indietro, li cambierei di corsa.