Ospite della consueta puntata pomeridiana di Vieni da me, il programma condotto da Caterina Balivo su Rai1, è stata Eva Robin's. Personaggio che ha avuto una certa notorietà nel mondo dello spettacolo e che durante la trasmissione ha raccontato alcuni aneddoti afferenti al suo passato, facendo anche un annuncio importante relativo al suo presente.

I ricordi dell'infanzia

La showgirl, nonché cantante e attrice, che ha avuto una certa fortuna negli Anni Ottanta si è raccontata per filo e per segno nel salotto di Rai1. Il rapporto con i suoi genitori, la sua sessualità e gli inizi della sua carriera sono state le tematiche che hanno visto Eva Robin's protagonista della prima parte del programma di cui Caterina Balivo è la padrona di casa. Il racconto parte ovviamente dai primi ricordi da bambina: "Ho avuto una bellissima infanzia tranne una brutta esperienza in un collegio quando avevo sei anni. Ricordo che raccontai a mamma che mi legavano a letto. Ho dei ricordi sfocati". La Robin's che all'anagrafe è registrata come Roberto Coatti, ripercorre nel suo lungo e dettagliato racconto il suo rapporto con i genitori:

Mia madre è stata la mia fortuna  mi chiamavo Roberto, Robertino. Per la mia mamma ero il bambino più bello del mondo. Mia madre è l’uomo che non sono stata io: è stata tosta, l’ho vista solo due volte in gonna, dava del filo da torcere. È stata la prima pecora nera della famiglia. Mio padre era birichino, non gli bastava mai una donna. Ho conosciuto alcune sue donne.

Da Roberto a Eva

Arriva poi il momento di affrontare la tematica più delicata di tutte, ovvero la percezione della sua sessualità, quando ha capito di sentirsi stretta nei panni di un uomo e ha cercato di seguire la sua indole, assecondando quel desiderio di sentirsi donna. Da sempre la showgirl ha dichiarato di non essersi sottoposta alla chirurgia estetica, ma di aver utilizzato soltanto ormoni che assunti in età precoce le hanno permesso di alterare i caratteri secondari, consentendole di avere un aspetto femminile come aveva sempre desiderato:

Tutto è avvenuto nell’adolescenza ero molto pasoliniana come genere. Mi iniziarono a chiamare Eva. Un mio vicino gestiva il reparto degli ormoni in ospedale e così a 14 anni mi facevo iniettare questi ormoni per bloccare la crescita maschile. Mia mamma non sapeva nulla, ma se n'è fatta una ragione. Mio padre invece mi ha sempre chiamato Roberto e non se ne è mai fatto una ragione. Ho avuto le mie gratificazioni anche altrove. Mi sono preso le mie rivincite: una volta in ospedale me lo trovo con il capello lungo metà bianco e metà biondo. Mi disse: ma lo sai che non avevano capito qui che sono un uomo.

La carriera e il matrimonio alle porte

Arriva poi la televisione. Gli inizi nel mondo dello spettacolo la vedono affiancare un personaggio già noto come Amanda Lear, che le permise di assaporare il piacere di stare sotto le luci della ribalta, anche se come racconta la cantante non poteva immaginare quale fosse la sua storia: "Per lei facevo la ballerina e lei all’inizio non aveva capito nulla. In Romagna poi mi disse: sei molto popolare da queste parti. Lei è stata molto carina nei miei confronti. Avrebbe anche potuto licenziarmi. Lei invece faceva finta di niente". Attualmente è un po' di tempo che non calca le scene televisiveanche per questo ha deciso di parlare apertamente con la conduttrice campana della sua vita fino ad oggi.

Eva Robin's fa poi un annuncio davvero importante, infatti, confessa di essere pronta per sposarsi, ma a differenza di quanto si pensa non sarà un uomo ad affiancarla nel giorno del matrimonio, bensì una donna: "Sono lì lì per sposarmi. Con chi? Purtroppo… non è un uomo. Io ho sempre avuto una predisposizione verso la natura femminile, ma non a livello carnale. Con questa donna ci vogliamo bene da 25 anni, chissà… Il nome? Meglio di no, a Bologna è abbastanza conosciuta: vorrei proteggerla. Vedremo quando saremo pronte".  

Profumo di fiori d’arancio per @eva_robin_s 💍❤️ #VieniDaMe @caterinabalivo

A post shared by Vieni da me (@vienidamerai) on