Eros Ramazzotti torna a Sanremo a 35 anni dalla sua vittoria. Era il 1984 quando il cantautore illuminò il settore delle Nuove Proposte portando sul palco dell’Ariston un brano che sarebbe diventato tra gli elementi cardine del suo repertorio: Terra Promessa. Claudio Baglioni, dirottatore artistico della 69esima edizione di Sanremo, lo ha voluto sul palco in occasione della finalissima, serata in cui sarà eletto il vincitore. Ad accompagnarlo Luis Fonsi, star di Despacito.

La vittoria con Terra Promessa

Era il 1984 quando il 21enne Eros calcò per la prima volta il palco di Sanremo. Portò in gara il brano Terra Promessa, che sarebbe poi diventato uno degli elementi chiave del suo repertorio. La canzone fu scritta da Ramazzotti stesso, insieme a Renato Brioschi e Alberto Salerno. Del coro che accompagnava l’artista faceva parte l’indimenticata Mia Martini, celebrata quest’anno a Sanremo da un’intensa Serena Rossi. La vittoria al Festival diede slancio alla carriera di Eros, marcando l’origine dello straordinario percorso che l’ha reso uno tra gli artisti italiani più apprezzati nel mondo.

Le volte in cui è stato a Sanremo

Dopo quella prima vittoria, Eros tornò al Festival nel 1985 piazzandosi sesto con la canzone Una storia importante. Il 1986, invece, gli regalò la seconda vittoria. A valergli la Palma d’oro fu la meravigliosa Adesso tu. Nel ruolo di ospite, Eros è già stato a Sanremo in due occasioni diverse: nel 2006 e nel 2016. Sono più numerose, in questo senso, le “incursioni” dell’ex moglie Michelle Hunziker. Conduttrice insieme a Claudio Baglioni e Pierfrancesco Favino nel 2018, Michelle era già stata al timone del Festival nel 2007 con Pippo Baudo. Anche quest’anno è tornata all’Ariston nel ruolo di ospite in occasione della seconda serata.