Enrico Silvestrin è stato ospite della puntata di ‘Mattino Cinque‘ trasmessa mercoledì 7 novembre. Federica Panicucci ha mandato in onda un video che ha ripercorso la sua esperienza nella casa del ‘Grande Fratello Vip 2018‘. In particolare, il momento in cui in confessionale ha parlato del dolore provato per la morte della madre a cui era legatissimo: "Mia mamma era per me una figura complice. Con me è stata un parafulmine. È stata un tipo di persona fino alla malattia. È scomparsa il 17 settembre del 2011, tre settimane esatte prima che nascesse Gianmarco. La mattina in cui Emanuela (Familiari, la sua ex ndr) mi ha detto sto andando a partorire, avevo dei pantaloncini corti e dentro i pantaloncini avevo la foto incorniciata di mia mamma. Quindi me la sono portata, al parto c'era anche lei".

Il dolore quando seppe che alla madre restava poco da vivere

Purtroppo i medici gli diedero una tragica notizia. La madre stava perdendo la battaglia contro la malattia. Le restava ormai solo un mese da vivere: "Ci hanno detto che aveva un mese di vita, cosa che noi non sapevamo e che è stato uno shock per tutti. Io l'ho vissuto con l'idea che non fosse vero. Fino a che un mese dopo…sono corso da lei, me la sono abbracciata e le ho detto quello che un figlio sente di dire alla madre. Mi è morta davanti e anche quella è un'esperienza che non dimentichi. Sai perfettamente che quella persona che hai visto tutta la vita, non la vedrai mai più".

La commozione di Federica Panicucci

Una volta tornati in studio, Federica Panicucci è in lacrime. Fazzoletto alla mano, ha invitato le sue ospiti ad aspettare un attimo prima di intervenire. Ha fatto un respiro profondo e ha lasciato la parola a Enrico Silvestrin per avere il tempo di riprendersi. Anche la conduttrice è legatissima ai suoi genitori e ha sofferto molto per la morte del padre, avvenuta a settembre del 2016.

Enrico Silvestrin e il rapporto con Federica Broggi

Infine, Enrico Silvestrin ha parlato del rapporto con Federica Broggi. Ha spiegato che nella casa ha avuto modo di comprendere gli sbagli fatti con lei e ora spera che entrambi siano pronti per completarsi a vicenda: "A me quelle tre settimane sono servite tantissimo per capire le cose in cui sbagliavo. Federica è la mia compagna. Io ho bisogno di una persona che migliori la mia vita, ho bisogno di una persona che mi contrasti e mi dia forza. Io spero che Federica riesca a fare questo percorso insieme a me".