Ellen DeGeneres è pronta a voltare pagina dopo lo scandalo che l'ha investita questa estate. Diversi dipendenti ed ex collaboratori hanno parlato di un ambiente di lavoro tossico e razzista. Le accuse non erano rivolte direttamente alla conduttrice, ma ad alcuni produttori. È scattata un'indagine interna che ha portato al licenziamento di Ed Glavin, Kevin Leman e Jonathan Norman. Lunedì 21 settembre, Ellen DeGeneres è tornata in onda con la diciottesima edizione di Ellen DeGeneres Show e ha colto l'occasione per chiedere scusa.

Ellen DeGeneres si è assunta tutte le responsabilità

Prima di farsi seria, ha ironizzato: "Benvenuti alla diciottesima edizione dello show. Se mi state guardando perché mi amate grazie, se mi state guardando perché non mi amate, benvenuti. Come è stata la vostra estate? La mia è stata eccezionale. Semplicemente fantastica". La conduttrice, poi, è passata a parlare di quanto accaduto nei mesi scorsi. Ha spiegato di avere appreso dell'ambiente tossico in cui i suoi dipendenti si sono ritrovati a lavorare e si è detta dispiaciuta. Inoltre, nonostante non sia stata lei in prima persona a compiere le "intimidazioni", le "molestie" e gli atti di "razzismo" rimarcati dagli ex collaboratori, ha assicurato di sentirsi comunque responsabile per via del ruolo centrale che occupa nello show:

"Sono così felice di essere tornata, ci sono tante cose di cui vorrei parlare. Potreste aver sentito quest'estate che ci sono state delle accuse che parlavano di un ambiente lavorativo tossico qui nel nostro show e c'è stata un'indagine. Ho appreso che qui sono accadute delle cose che non avrebbero mai dovuto accadere. Prendo questa cosa molto seriamente e voglio dire alle persone che sono state colpite che mi dispiace. So di essere in una posizione di privilegio e potere e mi rendo conto che ciò comporta delle responsabilità e mi prendo la responsabilità di quanto accaduto nello show. Si chiama Ellen DeGeneres Show e io sono Ellen DeGeneres. Il mio nome è scritto ovunque nello studio".

I licenziamenti fatti per dare il via a un nuovo capitolo

Seppure senza menzionare i tre produttori licenziati, Ellen DeGeneres ha chiarito che sono stati attuati tutti i cambiamenti necessari per voltare pagina e costruire un nuovo percorso: "Nelle ultime settimane abbiamo parlato tanto dello show, del nostro luogo di lavoro e di cosa vogliamo per il futuro. Abbiamo fatto i cambiamenti necessari e oggi stiamo cominciando un nuovo capitolo".

Le polemiche sulla campagna Be kind

Della frase "Be kind" (Sii gentile, ndr), Ellen DeGeneres ne ha fatto un marchio tanto da essere soprannominata "Be kind lady". Durante la turbolenta estate appena trascorsa, in tanti l'hanno accusata di non essere più degna di slogan del genere. Nel corso della prima puntata della nuova edizione del suo show, la conduttrice ha parlato anche di questo. Ha spiegato di avere iniziato questa campagna a favore della gentilezza quando l'ennesimo giovane si è suicidato per aver subito bullismo perché omosessuale:

"Essere conosciuta come ‘Be kind lady' ti mette in una posizione difficile. La verità è che in effetti io sono la persona che vedete in tv. Ma sono anche tante altre cose. A volte sono triste, arrabbiata, ansiosa, frustrata, impaziente e sto lavorando su tutto questo. Sapete che sono anche un'attrice, una volta ho interpretato una donna eterosessuale quindi sono anche abbastanza brava (ride, ndr). Ma non credo di essere così brava da venire davanti a voi per diciassette anni e ingannarvi. Questa sono io e la mia intenzione è sempre stata quella di essere la persona migliore che io possa essere. E se ho deluso o ferito qualcuno, mi dispiace tanto. Se è stato così, ho deluso e fatto male anche a me stessa perché ho sempre cercato di crescere come persona, ho sempre considerato tutto ciò che mi succede come un'opportunità per imparare. Faccio questo lavoro per far ridere le persone e farle sentire bene. Questo è ciò che amo fare".

Infine, ha spiegato che le sta a cuore che coloro che collaborano alla realizzazione del programma siano "felici e orgogliosi" di lavorare con lei. Si è detta pronta a regalare al suo pubblico, la migliore edizione dello show. Ci tiene che resti una piccola oasi in cui farsi una sana risata, un rifugio dalla sofferenza che sta investendo il mondo a causa della pandemia:

"È stata un'estate orribile per le persone di tutto il mondo. Con la pandemia ci sono persone che hanno perso il lavoro, la loro casa, la vita. La mia speranza è che possiamo ancora essere un posto ricco di felicità e gioia. Voglio ancora essere quell'ora al giorno in cui le persone possono rifugiarsi per ridere. Voglio continuare ad aiutare le persone. E mi impegno a rendere questa la migliore stagione".