Donatella Milani è l'ospite del giorno a "Vieni da me", il programma del pomeriggio di Rai1 condotto da Caterina Balivo. L'artista, rilanciatasi con la prima edizione di "Ora o mai più", esperienza purtroppo finita dopo una sola puntata per il suo ritiro proprio a causa della morte della madre, ha parlato del rapporto mai esistito con suo padre, che non ha mai realmente conosciuto, non ha mai saputo chi fosse. Un racconto drammatico condito da una ulteriore triste dettaglio, quello di aver perso un secondo padre troppo presto.

Il racconto di Donatella Milani

"E io non ho mai saputo chi fosse mio padre". Questo racconta Donatella Milani alla conduttrice di "Vieni da me". Come mai? La madre aveva avuto un rapporto occasionale con quest'uomo, lui poi è sparito nel nulla e Donatella Milani non ha mai saputo chi realmente fosse.

Si, davvero non so chi sia mio padre. Mia mamma ha avuto un rapporto con quest'uomo, uno di quelli fugaci, e poi lui se n'è andato. Io sono rimasta con lei, solo con lei. Ma lei per vergogna, a quei tempi, non sapeva come fare a dirmi questa cosa. Non ho mai saputo chi fosse.

Un secondo padre morto troppo presto

La vita le aveva regalato un secondo padre, un compagno che la madre aveva trovato con cui stava davvero bene. Questi, però, morì dopo cinque anni. Anche sua madre è morta, scomparsa questa estate:

A un certo punto mia mamma trova una persona bellissima, si chiamava Giovanni. Lui a sei anni entra nella vita di mia mamma e poi si sposano. Lui mi amava così tanto che mi mandava a suonare il pianoforte e mi comprò uno dei pianoforti più belli di sempre. Non lo dimenticherò mai. È stato lui mio papà. Io e mia madre vivevamo praticamente in simbiosi, quando se n'è andata è stata dura per me.

Tutto su Donatella Milani

Nata a Montevarchi il 3 febbraio 1963, Donatella Milani sin da bambina è nel mondo della musica. Partecipa da piccola a una edizione dello Zecchino d'Oro, cresce come autrice scrivendo il brano "Su di noi", cantato da Pupo. Vince il Festival di Castrocaro che le dà diritto a partecipare al Festival di Sanremo 1983 dove si esibisce con il brano "Volevo dirti" nella sezione giovani. L'anno successivo partecipa tra i Big di Sanremo con la canzone "Libera". È autrice di molti brani di Gerardina Trovato, tra cui "Ma non ho più la mia città".