Nei giorni scorsi, la Rai ha fatto sapere di aver escluso Eleonora Brigliadori dalla partecipazione all'adventure game ‘Pechino Express‘. L'azienda reputa che le dichiarazioni controverse dell'ex attrice contro la chemioterapia e le cure tradizionali e le parole indelicate rivolte a Nadia Toffa, quando ha saputo della sua lotta contro un tumore (‘Chi è causa del suo mal, pianga se stesso‘, ndr) siano in contrasto con i valori che la Rai intende trasmettere al suo pubblico. La decisione è stata accolta con entusiasmo da Carolyn Smith, che ha detto la sua sul Corriere della Sera:

"Mi sono sentita molto protetta dalla Rai e sono orgogliosa di lavorare in un’azienda in cui si ragiona così. La Rai mi ha tutelata da chi poteva mandare messaggi sbagliati, non tanto a me, che sono forte, ma a tante donne che, forse, lo sono meno. Eleonora Brigliadori dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza prima di parlare".

L'opinione di Carolyn Smith sulle teorie di Eleonora Brigliadori

Carolyn Smith, che dal 2015 ha iniziato a parlare della sua battaglia contro il cancro, ha spiegato di aver provato un malessere fisico ascoltando le teorie di Eleonora Brigliadori. La coreografa e giudice di ‘Ballando con le stelle' ha rimarcato che dichiarando che non si muore di tumore ma di chemioterapia si offende anche chi ogni giorno lotta con coraggio contro questa dolorosa malattia:

"Le auguro di non trovarmela di fronte. La prima volta che l’ho sentita parlare sull’argomento sono svenuta. Seriamente, davanti alla tv mi sono sentita male. Dice cose gravissime e offensive, tipo che la chemioterapia uccide, i tumori no. Così facendo offende non solo tutti i medici che ogni giorno si impegnano nella ricerca, ma anche chi lotta contro i tumori".

Il messaggio di Carolyn Smith per Eleonora Brigliadori

Carolyn Smith è convinta che Eleonora Brigliadori abbia sprecato un'opportunità per riscattare la sua immagine. Offendendo Nadia Toffa ha gettato alle ortiche la chance di prendere parte a ‘Pechino Express'. La coreografa non sa se le dichiarazioni dell'ex attrice siano frutto di una convinzione personale o solo di un momento di debolezza, tuttavia sa bene cosa farebbe se se la trovasse davanti: "Le direi esattamente tutto quello che penso. In faccia. Di riflettere e smettere di dire cavolate: non tutte le persone che la sentono sono forti. Io non scendo nello specifico perché ognuno ha un percorso personale, ma per tutti la sola strada è la scienza e la medicina".