Non parte bene la nuova avventura de La Prova del Cuoco con Elisa Isoardi. Il cooking show di Rai1, rivisto nell'ottica di una conduzione rinnovata dopo 18 anni, ha fatto segnare un fisiologico calo di seguito da parte del pubblico, ridottosi in dimensioni rispetto alla scorsa stagione. L'unico confronto possibile tra la Prova del Cuoco di Elisa Isoardi e quella di Antonella Clerici, al momento, è meramente algebrico e possibile grazie al paragone degli ascolti registrati nella prima puntata di questa stagione, quella del 10 settembre 2018 – 1.611.000, 15.95% di share – contro i 2.100.000 e share del 16.39% dell'esordio dell'11 settembre 2017.

Le ragioni della sconfitta

Diversi i criteri da considerare per andare oltre il mero dato matematico e analizzare i motivi di un risultato che sarebbe affrettato definire una sconfitta. Può aver influito, ad esempio, il fatto che l'anno scorso La Prova del Cuoco avesse una durata inferiore, preceduto da "Buono a sapersi", programma condotto dalla stessa Isoardi dalle 11 alle 12. Un dato, questo, che può avere una duplice chiave di lettura, perché se è vero che la durata in sé può ridurre l'attenzione del pubblico e il cambio dell'orario d'inizio destabilizzare il pubblico, dall'altra parte il traino di "Storie Italiane" con Eleonora Daniele può certamente considerarsi più muscolare e solido di quello che di "Buono a Sapersi". Non si può inoltre sottostimare il peso di un cast rinnovato quasi interamente (oltre alla Clerici hanno abbandonato altri volti storici come Anna Moroni) con l'ingresso di Andrea Lo Cicero e l'introduzione di nuove dinamiche nella struttura de programma. Altrettanto rilevante lo stile di conduzione, per forza di cose diverso, che renderà faticoso il processo di affiliazione del pubblico.

Il possibile pregiudizio del pubblico

Una serie di problemi che Elisa Isoardi e la sua squadra avevano certamente previsto. Far dimenticare la Clerici è impresa ardua, forse impossibile e non meno complessa è l'altra sfida alla quale è chiamata la nuova conduttrice della Prova del Cuoco: superare i pregiudizi dell'opinione pubblica sulla sua relazione con l'attuale ministro dell'interno e leader della Lega Matteo Salvini. Inutile girarci attorno, per quanto si provi a soprassedere sulla liaison, l'elemento sarà sempre presente, soprattutto se i due continueranno, come è giusto che sia, a non fare molto per mettere la telenovela amorosa in secondo piano. Il tweet di auguri di Salvini alla sua compagna pochi minuti prima dell'esordio ne è un chiaro esempio.