Andrea Lo Cicero sarà al fianco di Elisa Isoardi alla conduzione de "La Prova del Cuoco". Ed è subito polemica. L'ex pilone della nazionale di rugby sarà ospite fisso della trasmissione che accompagnerà i telespettatori di Rai1 al tg delle 13.30. Lo Cicero è ormai un uomo di spettacolo e vanta una partecipazione a "Masterchef", oltre che un ruolo nel programma "Giardini da incubo". A "La Prova del cuoco" avrà certamente un ruolo che si rifà alla sua esperienza personale e alle passioni della sua vita: possiede infatti un'azienda agricola in cui pratica l'onoterapia e si dedica completamente ad animali in seria via d'estinzione come gli asini.

A generare polemica, tuttavia, non è stata l'opportunità della sua presenza in relazione alle competenze, ma ai suoi trascorsi. Prima di tutto politici, essendo Lo Cicero un quasi assessore della giunta Raggi a Roma, dalla quale era stato prontamente estromesso a causa di alcuni scivoloni del passato di stampo omofobo e razzista. Ad esprimersi in merito è stato Michele Anzaldi, in quota Pd in commissione di vigilanza Rai: "Perchè la Rai ha assunto per La prova del cuoco Andrea Lo Cicero, assessore mancato del Movimento 5 stelle e noto per le sue uscite omofobe e razziste?”. L'interrogazione di Anzaldi al direttore generale della Rai:

Si chiede di sapere quali ragioni abbiano spinto Raiuno, la tv del servizio pubblico che ha come target principale le famiglie, ad affidare un ruolo di sostanziale co-conduttore di un marchio storico come La prova del cuoco a Lo Cicero, che non soltanto non risulta avere avuto esperienze televisive di tale rilevanza ma che in passato è assurto agli onori delle cronache per vergognosi scivoloni di carattere omofobo e razzista

Naturalmente la se pur breve parentesi a 5 stelle di Lo Cicero ha un suo peso, soprattutto nell'ottica della congiuntura politica nazionale, che vede alla guida del paese un governo formato dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega di Matteo Salvini. Risulta evidente che la suggestione generale, nel pensare alla Isoardi e a Lo Cicero nel programma, è quella di una Prova del Cuoco prontamente convertita al formato gialloverde dopo l'addio di Antonella Clerici. Speculazioni alle quali la Isoardi non risponde e che nemmeno commenta la questione e si limita a dirsi molto emozionata per l'avventura televisiva che la riporterà alla guida del cooking show.

Le frasi omofobe e razziste di Lo Cicero

Il rugbysta era stato molto criticato soprattutto sui social per alcune frasi omofobe comparse nella sua autobiografia, dove aveva definito “roba da fro***ti” le protezioni per le spalle usate da alcuni colleghi del rugby. Altrettanto criticato il momento in cui, nel corso di un'intervista, Lo Cicero con uno sfogo molto pesante aveva insultato un automobilista un po’ troppo impacciato al quale avrebbe gridato: “Zingaro di mer*a”.