Antonella Clerici commenta confare sibillino e singolare gli ascolti realizzati dalla prima parte della nuova edizione de La prova del cuoco, targata Elisa Isoardi. L’ex volto di punta del coking show di Rai1, in un’intervista rilasciata a Radio Capital, fa sapere: “Magari ci vuole tempo. Certo io sono una conduttrice goduriosa molto difficile da sostituire, non ce ne sono tante”. Al timone di Portobello, la Clerici ammette una certa nostalgia nei confronti del format che ha contribuito a portare al successo: “Mi manca il contatto col pubblico, però bisogna saper capire quando è il caso di andare, per creare una certa nostalgia e una certa acquolina in bocca”.

L’addio sofferto a La prova del cuoco

Antonella non ha mai nascosto che, quello dato a La prova del cuoco, è stato un addio difficile. Intervistata da Oggi, raccontò di avere voluto cambiare per esigenze professionali e di vita. Desiderava, infatti, ritagliarsi maggiori spazi da dedicare ai suoi affetti: “Era arrivato il momento di lasciare qualcosa che ho sentito come parte di me. L’attimo giusto per fermarsi però è arrivato e fare altro è un bisogno assolutamente imprescindibile: La prova del cuoco è stata casa mia, ma era giusto mollare… Certo, svuotare il camerino dopo così tanto tempo non è stato facile. La nostalgia è stata tanta perché riaffioravano un sacco di ricordi. […] La notte prima dell’ultima puntata l’ho passata a leggere quello che mi scrivevano sui social: ho pianto talmente tanto che la mattina dopo mi sono svegliata con un orzaiolo nell’occhio e in puntata non ho mai praticamente trattenuto le lacrime”.

Il commento di Elisa Isoardi

Dopo che già in passato, la Clerici era intervenuta sugli ascolti prodotti dalla nuova edizione de La prova del cuoco, Elisa Isoardi aveva deciso di replicare. In un posto pubblicato su Instagram, la nuova padrona di casa aveva chiarito quegli aspetti delle dichiarazioni della collega che riteneva poco precisi: “Colgo l’occasione per precisare che la Prova del Cuoco non è “cambiata totalmente”come è stato dichiarato, il programma quest’anno ha la durata di due ore anziché un’ora e mezza. Lavorando sodo abbiamo cercato di proporre alcune piccole novità dedicate alla conoscenza del prodotto, rimanendo in cucina senza trasformare l’identità di una trasmissione monotematica (lo dice la parola stessa) si è mantenuta la gara dei cuochi, un format della BBC acquistato da RAI ben 18 anni fa quando Antonellina iniziò il suo brillante percorso. Abbiamo inoltre chiamato TUTTI i cuochi delle scorse edizioni perché non è mia abitudine lasciare a casa le persone che hanno contribuito al successo di un programma. Detto questo, alcuni cuochi hanno declinato l’invito, altri li vedete già in cucina da noi, altri ancora entreranno nelle prossime settimane. Farò insegnamento della dichiarazione fatta da Antonella Clerici all’autorevole rivista televisiva TV Sorrisi e Canzoni (domani in edicola) in quanto consulente con tanto di firma in testa del programma la Prova del Cuoco. Non cambio l’idea che ho di lei, per me rimane una maestra, una grande conduttrice. Un abbraccio”.