Le polemiche animano anche la quarta puntata di Amici 2019, con Loredana Bertè protagonista di un'accesa lite con il ballerino Vincenzo. Sin dall'inizio dell'edizione, la giudice del programma critica il giovane allievo sostenendo che abbia un grande talento ma anche evidenti limiti derivati dalla sua fisicità. Di statura non altissima e dal corpo minuto, il danzatore non sarebbe adatto a tutti i ruoli, tanto da risultare deludente agli occhi della Bertè quando, nel corso della puntata del 20 aprile, ha interpretato un ruolo sensuale sulle note di "You Can Leave Your Hat On". Dopo una successiva coreografia, i due hanno avuto un acceso battibecco, con Ricky Martin che ha preso le difese di Vincenzo, accusando la Bertè di portare avanti un vero e proprio atto di bullismo.

La lite Bertè vs Vincenzo

Se da una parte Loredana ha più volte attaccato Vincenzo, va detto che lui ha sempre respinto i suoi giudizi, sostenendo di non avere limiti e di non accettare critiche da chi non pratica la danza a livello professionistico. La discussione è arrivata al culmine a metà puntata, quando la Bertè ha protestato: "Mi sono stufata del fatto che sia così polemico. Tu sei molto bravo ma devi avere le partner giuste altrimenti non c'è armonia. Non sto dicendo di cambiare lavoro, devi scegliere  ruoli giusti per te. Sei poco umile oltre che polemico all'ennesima potenza". Lui ha risposto per le rime:

Ci mancherebbe altro, non penso si possa permettere di giudicare la danza. I professori di canto non si sono mai permessi di dire che un ballerino è limitato. Lei non si può permettere perché non è competente. I fatti sono l'arma migliore.

Interviene Ricky Martin e parla di bullismo

A quel punto, Ricky Martin, coach della squadra bianca, è intervenuto contro la Bertè: "Le critiche costruttive sono una cosa positiva, il bullismo non lo è per niente. Loredana, sai che tu mi piaci tanto, ma se continui a parlare del fisico di un ballerino non posso apprezzare quello che dici. Non sai quello che sta facendo dentro di sé, quanto si allena". Lei si è difesa:

Io sono contraria il bullismo, tanto che inizio il mio tour con un messaggio pazzesco contro il bullismo. Hai sbagliato persona. Ho solo detto che deve trovare i ruoli adatti a lui. Ci sono quadri cuciti addosso a lui, in cui è strepitoso. Avresti ragione se criticassi quello che fa, invece apprezzo quello che fa.

Loredana Bertè si infuria

La situazione si è apparentemente calmata, ma poco dopo la Bertè è tornata sull'argomento. Infuriata, è apparsa molto offesa per le parole di Martin: "Sto facendo da anni una campagna contro il bullismo, non ti puoi permettere di dirmi questo. Sono qui per fare la giudice, per dare giudizi e consigli, dopo 40 anni di carriera penso di potermelo permettere. Quello che hai detto è insopportabile. Altrimenti perché sarei qui, Maria pensa che io sia una sprovveduta?". Maria De Filippi ha cercato di sedare gli animi, facendo notare come il cantante portoricano non volesse parlare di bullismo in senso letterale. Lui, però, ha ribadito il concetto:

Bullismo è bullismo. Io sono un omosessuale e so benissimo cos'è. Loredana deve connettere il pensiero con la parola. Gli artisti vivono sul palco, si prendono pugni in faccia. Ti prego di essere onesta, non di giudicare il fisico delle persone.

"Io penso che le critiche aiutino a crescere", ha continuato la Bertè, "Io sono la prima a essere dura con me stessa, sono una perfezionista. Ho sempre protetto le minoranze". La discussione si è finalmente placata, con un abbraccio pacificatore tra i due artisti.