Si è aperto con un doveroso omaggio a Enzo Mirigliani e a Fabrizio Frizzi l'ottantesima edizione di Miss Italia. Il conduttore Alessandro Greco, volto di questa edizione che segna il ritorno del concorso sulla prima rete del Servizio Pubblico, ha voluto iniziare così la sua prima esperienza alla conduzione di Miss Italia dedicando idealmente la serata celebrativa a due personaggi i cui nomi saranno inevitabilmente correlati, per sempre, alla storia di questo concorso

Lasciatemi salutare colui che considero il papà di Miss Italia e anche il fratello di Miss Italia, oserei dire il fratello di tutti noi: Enzo Mirigliani e Fabrizio Frizzi.

Sarebbe quasi superfluo spiegare le ragioni di quest'omaggio, ma vale sempre la pena ricordare la storia di Miss Italia, connessa inevitabilmente alla storia della televisione italiana. Enzo Mirigliani è riconosciuto come il patron assoluto del concorso, nell'organizzazione di Miss Italia sin dal 1959, per poi diventarne il patron, ruolo che ha conservato fino al 2011, anno della sua scomparsa. Non è stato solo dietro all'organizzazione dell'evento, ha anche condotto diverse edizioni di Miss Italia. A prendere in carico l'organizzazione dell'evento è stata poi sua figlia, Patrizia Mirigliani.

Altrettanto ovvia la ragione della dedica a Fabrizio Frizzi, il conduttore scomparso a marzo del 2018 e colui che detiene il record del maggior numero di edizioni di Miss Italia condotte in carriera. La prima parentesi dura 14 anni, dal 1988 al 2002, prima di una lunga pausa che precede il ritorno per le edizioni del 2011 e del 2012. Fabrizio Frizzi si è legato al concorso non solo dal punto di vista professionale, perché proprio conducendo il concorso ha conosciuto la donna che sarebbe diventata sua moglie e che gli avrebbe dato una figlia, Carlotta Mantovan.