In un'intervista rilasciata al programma di Rai Radio1 ‘Un giorno da pecora', Al Bano ha parlato delle tante polemiche sorte durante il ‘Festival di Sanremo 2019‘. Quando gli è stato chiesto se presenterebbe mai la kermesse canora, non è apparso del tutto contrario all'idea di farlo: “Alla conduzione di Sanremo non ci penso, l'idea è nata così per caso ma potrei anche farlo, perché no…". Inoltre, è sembrato favorevole all'idea di restituire più potere al televoto in modo che il cantante vincitore possa considerarsi davvero scelto dagli italiani: "A me la Giuria d'Onore una volta mi ha fatto perdere un primo posto e un'altra volta mi ha escluso da Sanremo. Il televoto? Il Festival appartiene agli italiani ed è giusto che siano loro a votare…”.

Cosa pensa della canzone ‘Soldi' di Mahmood

Al Bano ha svelato di avere apprezzato molto la canzone ‘Abbi cura di me' di Simone Cristicchi e ha definito l'artista un "fine dicitore". Ovviamente non poteva mancare un parere sulla canzone che si è aggiudicata la vittoria del Festival di Sanremo 2019, ‘Soldi' di Mahmood. Carrisi ha rilasciato un commento in proposito estendendo poi il suo giudizio ai rapper in generale: "È simpatica, per carità. Secondo me però, con tutto il rispetto di tutti coloro che fanno rap, stanno uccidendo la melodia italiana. O è l'Italia che sta andando verso il rap, oppure si è americanizzata concedendosi degli schemi verbali in italiano”.

I superospiti e le vallette del "suo" Festival

Infine, Al Bano ha continuato a fantasticare su come sarebbe un Festival di Sanremo da lui condotto. Stupisce il fatto che, tra i superospiti menzionati, compaiano anche dei rapper, precisamente J-Ax e Rovazzi. Poi grandi nomi della musica italiana come Adriano Celentano, Gianni Morandi e Massimo Ranieri. Insomma, si può dire che Al Bano, seppure tenendo i piedi ben radicati nella tradizione, non abbia intenzione di disdegnare nemmeno le novità del panorama musicale. Quando gli sono state proposte, nel ruolo di vallette, Loredana Lecciso e Romina Power, non è sembrato affatto convinto e ha ironizzato: “Sarebbe come unire il fuoco con l'acqua. Il diavolo e l'acqua santa? Esatto, l'espressione è perfetta”.