La seconda puntata di ‘Adrian‘ trasmessa giovedì 14 novembre ha avuto inizio da ciò che gli spettatori amano di più di Adriano Celentano, la sua musica. L'artista, infatti, ha intonato ‘Una carezza in un pugno' in un tripudio di applausi, poi ha raccontato la sua infanzia di "bambino più agitato della via Gluck" e dello zio Amedeo che "con il mandolino era un fenomeno, appena finita la guerra gli offrivano un sacco di soldi per sentirlo suonare". E dopo aver dimostrato di essere ancora il molleggiato in un frizzante rock and roll e aver rivolto romantiche parole a Claudia Mori ha accolto sul palco Maria De Filippi.

Adrian come C'è posta per te

Maria De Filippi ha chiesto ad Adriano Celentano di potergli raccontare una storia. Così, ha iniziato a camminare in lungo e in largo e, come fosse una puntata di ‘C'è posta per te', ha raccontato l'infanzia dell'artista:

"Siamo a Milano, è il 1942. Ti voglio raccontare la storia di un bambino. Siamo dietro la stazione. Ci sono delle case che si affacciano in via Gluck. C'è una mamma che si chiama Giuditta e un bambino che ha 4 anni. Questo bambino è tignoso, tosto, non vuole darla vinta a nessuno, vuole sovvertire tutte le regole. Non vuole fare il sonnellino. La mamma lo porta a letto e lui inizia a fare le capriole. Poi si stanca e si addormenta. Quando si sveglia, la mamma gli concede di andare in cortile a piedi nudi. Gli piace sdraiarsi e vedere il cielo. È contento perché le case non sono così alte e lui riesce a vedere il cielo. Gli piace poi sentire il vento che fa muovere i panni di zia Antonietta. Era convinto che fosse più facile essere felici da bambini che da adulti. Ne è convinto anche ora. Da adulti capita spesso di chiedersi perché si è felici e si va alla ricerca di tante cose. Quel bambino aveva un nome, tu il nome lo conosci bene perché quel bambino sei tu che un po' sei cresciuto ma in fondo sei rimasto bambino".

Maria De Filippi e il bacio ad Adriano Celentano

Maria De Filippi, poi, ha fatto spostare Adriano Celentano in un'altra parte dello studio. L'intento era quello di presentare l'altro ospite, Gianni Morandi. Il molleggiato, schietto come sempre, ha commentato: "Non so che cosa hai in mente, anzi lo so ma faccio finta di non saperlo". Poi, ancora una volta, ha fatto cantare tutti intonando ‘Il ragazzo della via Gluck'. Il pubblico ha cantato insieme a lui. In tanti lo hanno acclamato: "Adriano sei unico" e ancora "Viva il molleggiato". Maria De Filippi, che tentava di introdurre Morandi, veniva continuamente interrotta. "Non potete fare così, devo dire una cosa, me la fate dire? Una, poi cantiamo il pastore Serafino": ha commentato divertita. Un uomo ha urlato: "Maria bacialo". La conduttrice non se l'è fatto ripetere due volte e ha dato un bacio sulla guancia ad Adriano Celentano.