L'emergenza Coronavirus costringe l'Italia intera a stare a casa. In base alle misure dell'ultimo DPCM dell'11 marzo firmato dal nostro presidente del Consiglio Giuseppe Conte, restare nelle proprie abitazioni può essere meno noioso ma grazie alle ottime produzioni televisive sfornate negli ultimi anni e nell'ultimo periodo, c'è un mondo di storie da recuperare. Oggi parliamo di Netflix e di 10 serie tv da guardare in queste giornate così difficili per tutti.

Nell'elenco abbiamo cercato di evitare le più gettonate (come ad esempio "Breaking Bad", "Black Mirror", "Mindhunter", "Stranger Things", "Peaky Blinders", "Narcos") cercando di scavare a fondo nel catalogo a disposizione, tra novità in uscita in questi giorni e cult da recuperare. Ecco quali abbiamo scelto per voi.

Toy Boy

Sesso, feste e soldi. Tutto quello che in questi giorni di emergenza Coronavirus rischia di venire meno, escluso il sesso per i più fortunati. Lo si può trovare in "Toy Boy". Una serie tv con tinte crime sul mondo degli spogliarellisti, distribuita in Spagna dallo stesso canale che ha lanciato "La casa di carta". Nel paese d'origine ha fatto flop, ma su Netflix sta diventando un piccolo caso. Consigliato soprattutto alle donne che amano l'idioma español. 

The Good Place

Un paradiso irriverente e spassoso quello di "The Good Place". La cinica Eleanor (la Kristen Bell di "Veronica Mars") perde la vita in un incidente stradale e, in seguito a un errore burocratico, finisce nella parte ‘buona' del Paradiso. Gag ed evasione, il giusto che ci vuole in questo brutto periodo.

Il caso O.J. Simpson

Una serie che ha fatto incetta di premi, 22 nomination agli Emmy e due Golden Globe vinti (miglior miniserie e miglior attrice non protagonista a Sarah Paulson). "American Crime Story: il caso O.J. Simpson", creata da Ryan Murphy, è un gioiello da recuperare in queste giornate casalinghe. È la ricostruzione del processo del secolo, quello per omicidio nei confronti del campione di football americano O.J. Simpson per la morte della ex moglie Nicole Brown e del cameriere Ronald Lyle Goldman, avvenuto il 12 giugno 1994. Un super cast: Cuba Gooding Jr. è O.J. Simpson, John Travolta è Robert Shapiro, David Schwimmer è Robert Kardashian.

Altered Carbon

Un po' di sana fantascienza nei giorni di una pandemia globale può destabilizzare. Non se diamo una chance ad "Altered Carbon", ambientata in un futuro distopico, nel 2384, dove la coscienza degli uomini è digitalizzata e sigillata all'interno di corpi-custodia di altri uomini che aspettano solo di essere svegliati. Queste custodie possono appartenere a se stessi o essere di altre persone e, quando il corpo muore, la coscienza viene contenuta all'interno di una pila corticale. Solo con la distruzione di essa, si muove davvero. La seconda stagione è uscita il 27 febbraio 2020.

The End of the F***ing World

Tra i prodotti più interessanti da recuperare su Netflix, la seconda stagione è arrivata a novembre 2019. Critica e pubblico unita per una serie co-prodotta da Netflix e Channel 4 e diretta da Lucy Forbes (In my skin) e Destiny Ekaragha (Gone Too Far) e tratta dall'omonimo fumetto di Charles Forsman. La storia segue le vicende di James (Alex Lawther) e Alyssa (Jessica Barden), entrambi in un fuga da una società, quella dei sobborghi inglesi, paranoica e cinica. Interessantissimi i conflitti di entrambi: lui sogna di ucciderla, lei di bruciare il mondo intero. Contro tutto e tutti, questi Bonnie & Clyde del bingewatching faranno di tutto, persino innamorarsi.

On my block

In un quartiere difficile di Los Angeles, il legame di quattro adolescenti viene messo alla prova dalla dura sfida della vita agli inizi del liceo. Tre stagioni su Netflix: una serie che è un racconto di formazione adatto non solo ai teen ma anche agli adulti. Creata da Lauren Iungerich, Eddie Gonzalez e Jeremy Haft, è una serie esteticamente interessante.

Top Boy

Da non confondere con "Toy Boy", che vi abbiamo consigliato in apertura. Come definirla se non un "Gomorra" in salsa londinese? Senza troppi stereotipi, però. È realistica e avvincente, ambientata nella periferia nord di Londra. Tra i produttori della serie anche Drake, che ha fatto sì che Netflix ordinasse la terza stagione nel 2017 dopo la chiusura disposta da Channel 4 nel 2014.

Happy!

Nick Sax (Christopher Meloni)è un ex eroe poliziotto, ora bravissimo killer su commissione lercio e squattrinato, che dopo un conflitto a fuoco inizia a vedere un unicorno blu, “Happy”, (voce di Patton Oswalt) amico immaginario di una bambina catturata da un rapitore pedofilo. Inizia così un’avventura pulp, sanguinolenta e terribilmente divertente. Tratto dal graphic novel scritto da Grant Morrison, che è anche lo sceneggiatore della serie tv.

You

Tratto dalla saga di romanzi di Caroline Kepne, "You" si compone di due stagioni entrambe disponibili in esclusiva su Netflix. È la storia di Joe, libraio di New York con tendenze ossessive. Quando si innamora di una giovane donna, Guinevere Beck, una sua cliente, Joe inizia a sviluppare per lei una vera e propria mania, commettendo anche efferati crimini per lei. Diretto da Lee Toland Krieger, con Penn Badgley ed Elizabeth Lail.

Vis a Vis, il prezzo del riscatto

Ancora una serie spagnola, ancora Antena 3 che ha lanciato "La casa di carta". È una sorta di "Orange is the new black" in salsa madrilena, molto meno psicologica della serie americana e con una componente action molto più presente. È la storia di Macarena (Maggie Civantos), una giovane donna ingenuta che commette una serie di reati fiscali, spinta dal suo capo. In prigione, troverà un mondo che la cambierà completamente.