Giovedì 7 gennaio 2021 è stato ritrovato senza vita nella sua casa di Livorno Solange, al secolo Paolo Bucinelli, sensitivo e famoso personaggio televisivo. Aveva 68 anni. Lo ricorda Vladimir Luxuria, ex deputata e celebre opinionista televisiva che per anni è stata sua amica. “L’ho sentito un po’ giù nell’ultimo periodo, forse si sentiva un po’ trascurato dalla televisione, sarebbe voluto andare più spesso in tv. Ma amava anche la sua vita ritirata, in campagna tra le sue galline. Con lui facevamo lunghissime chiacchierate, mi infondeva molto ottimismo. Era una persona buona, molto diretta, che non parlava mai alle spalle. Ed era un grandissimo improvvisatore, bravissimo con le rime, tanto che gli avevo consigliato di proporre questi suoi show in tv. Ci sono rimasta male perché non me lo aspettavo. Non mi aveva mai detto di avere dei problemi fisici, mi sembrava che avesse più dei problemi di umore”, racconta a Fanpage.it.

Com’è accaduto?

È morto da solo. Nell’ultimo periodo ci eravamo sentiti di meno. Uno pensa che se l’altro non risponde al telefono lo faccia anche  perché vuole stare per i fatti suoi. Solange aveva questi sbalzi di umore e questo aveva ingannato un po’ tutti. Il fatto di non avere risposto per molto tempo, soprattutto alle persone che gli stavano vicine, ha generato allerta ed è arrivata la scoperta. È triste, soprattutto per una persona come lui che conosceva tutti ed era riconosciuta da tutti, pensare a questa morte in solitudine.

Lo avevi sentito dopo il 3 gennaio, quando c’è stata la sua ultima apparizione tv a Uno Mattina in famiglia?

Avevo provato a chiamarlo e non mi aveva risposto. All’inizio avevo pensato al peggio, avendolo sentito un po’ giù avevo temuto si fosse tolto la vita. Invece, anche se il dolore resta, mi ha confortato sapere che si è trattato di un malore. Anche perché, conoscendolo, avrebbe lasciato delle pagine, un biglietto, una testimonianza.

Sabato era stato ricoverato e poi dimesso perché stava meglio. Cos’è accaduto dopo?

Secondo me si è proprio lasciato andare. Il mio sospetto è che abbia avuto un malore ma che non abbia volutamente chiedere soccorso e si sia lasciato andare. Ultimamente, nelle nostre telefonate, usava frasi un po’ preoccupanti. Ogni tanto mi diceva ‘quando non ci sarò più’, oppure ‘che cosa ci sto a fare, Luxy’. Solange aveva scelto di vivere da solo, amava la sua solitudine, meditava e amava stare in mezzo alla natura ma nell’ultimo periodo mi diceva delle frasi un po’ preoccupanti.

Era triste?

Era un po’ triste, sì. Amava mostrarsi giocoso ma nell’ultimo periodo era un po’ più giù.

Da quanto tempo non appariva in tv prima della partecipazione a UnoMattina?

Aveva una rubrica fissa su un settimanale ma non gli bastava dal punto di vista economico. Spesso se ne lamentava anche con me. C’era stato un periodo in cui andava spessissimo in televisione, poi ebbe un problema a causa di una litigata furibonda in tv e le sue apparizioni cominciarono a diminuire. Ultimamente i suoi interventi in tv si erano rarefatti. Solange se ne dispiaceva e mi esprimeva questo suo malessere.

Quando lo avevi sentito l’ultima volta?

Prima di Natale, facevamo delle lunghe telefonate.

Qual è l’immagine di Solange che ti porti nel cuore?

La sua festa di compleanno al Gilda, sei o sette anni fa. Era raggiante perché vedeva tanto affetto intorno a sé. Aveva bisogno di quell’affetto.