La serie Netflix “Vis a Vis” è una tra quelle che sta tenendo compagnia al pubblico italiano durante questa lunga quarantena. Le avventure di Macarena Ferreiro, Zulema Zahir, Saray Vargas, Estefania Kabila Silva e delle donne detenute nel carcere di Cruz del Sur sono entrate di diritto tra i prodotti televisivi preferiti degli italiani a casa, merito di un concentrato di azione al femminile risultato qualitativamente convincente, di una buona dose di suspense e del traino che la quarta stagione della serie “La Casa di Carta” ha regalato a “Vis a Vis” con la quale ha in comune, tra le altre cose, due tra le attrici principali, Najwa Nimri e Alba Flores, rispettivamente Alicia Sierra e l’amatissima Nairobi ne LCDP.

Macarena Ferreiro esce di scena nella terza stagione

Chi ha recentemente terminato la visione di “Vis a Vis” sa che la protagonista Macarena Ferreiro farà perdere le sue tracce a partire dal secondo episodio della terza stagione. Vittima di un attentato in carcere – sarà chiusa in una lavatrice poi successivamente accesa – Maca finirà in coma, per poi lasciare quasi definitivamente le scene. Il suo personaggio rientrerà in gioco solo nel penultimo episodio della quarta stagione, quella che precede lo spin-off “Vis a Vis – El Oasis”.

Perché Maggie Civantos lascia Vis a Vis

È stata l’attrice Maggie Civantos a spiegare il temporaneo addio alla serie deciso dagli sceneggiatori e dovuto agli impegni dell’attrice. Contestualmente alle riprese di “Vis a Vis”, la Civantos è stata a lungo impegnata sul set della serie originale Netflix “Le Ragazze del Centralino”, cosa che l’ha costretta ad abbandonate il personaggio di Macarena. “Prima di leggere le sceneggiature sapevo già che avrebbero lasciato una porta aperta, ma all’inizio, quando ho saputo che non potevo essere lì per tutta la stagione, ho pensato che la cosa migliore per il personaggio fosse chiudere. Non volevo lasciare nulla aperto” ha dichiarato l’attrice in un’intervista a Vertele. È rientrata in scena per esigenze di copione, anche in previsione del ritorno sul set per girare il secondo capitolo delle avventure di Maca e Zulema: “Poi, tuttavia, sono stata grata che gli sceneggiatori e lo showrunner Iván Escobar abbiano preso la decisione di lasciarmi in coma e lasciare la porta aperta per Maca, perché alla fine è stata aperta, quindi è stato fantastico”.