Conclusa la lunga settimana che l'ha vista protagonista sul palco del Festival di Sanremo con Claudio Baglioni e Claudio Bisio, Virginia Raffaele è intervenuta come ospite nella puntata del 10 febbraio di Che tempo che fa. Per lei è stata la quinta volta all'Ariston, ma la prima da conduttrice. "Sono sopravvissuta! Un po' già mi manca! Sanremo è un ambiente che ti abbraccia", ha confessato la comica, tracciando un bilancio dell'esperienza e svelando: "In realtà sono andata a Sanremo… per i miei genitori! Sono molto critici. Se a loro non piace una cosa non piace!".

Il momento cult con Ornella Vanoni

Anche se, per ragioni di tempistiche legate al trucco, la Raffaele ha dovuto relegare le sue classiche imitazioni a poche battute, nel corso del Festival è stato decisamente epocale l'incontro con una delle sue "vittime" preferite, Ornella Vanoni (video in basso). "Quello è stato il momento più rock'n'roll del mio Sanremo. Lei è pazzesca. L'incontro Vanoni-Pravo poi… Nessuno sa cosa si saranno dette, una parlava in vanonese e una in pravese".

Gli inizi di Virginia Raffaele

Dopo un irresistibile siparietto con la Raffaele e Fazio rispettivamente nei panni di Ornella Vanoni e Bruno Vespa, la simpatica show woman ha raccontato come ha iniziato a esprimere la sua verve comica: "La mia prima imitazione? Un giorno stavo a scuola guida. Mi annoiavo mentre spiegavano e ho iniziato a fare l'imitazione della… goccia! Poi ho fatto la controfigura nei film, anche se soffro di vertigini. Ma la prima volta che ho fatto ridere è stato a una festa al luna park dei miei (il parco di divertimenti dell'Eur fu fondato dai suoi nonni, ndr). A due anni e mezzo sono salita sul palco mentre erano tutti distratti e ho detto una parolaccia, che non ripeterò qui!".