Risate a tinte hot per lo scherzo settimanale de "Le Iene", organizzato da Alessandro Di Sarno. La vittima, nella puntata in onda il 13 novembre su Italia1, è Peppino Di Capri. Il popolare cantante classe 1939 è stato ‘agganciato' grazie alla complicità del figlio Edoardo, di sua moglie e da un amico di famiglia. Tutto comincia con un messaggio da una certa Giada, la quale chiede un consiglio per una canzone. Quando Peppino Di Capri clicca sul video, si ritrova a guardare un video porno. Sarà l'inizio di una due giorni di inferno, perché con quel messaggio parte una fantomatica iscrizione al Club Gola D'Oro, fatto di videochiamate a tinte hard dal salatissimo conto.

Il video porno finisce su Facebook

L'indomani, Peppino Di Capri scopre che il primo video visto, quello di Giada, è finito a sua insaputa pubblicato sulla sua pagina Facebook e su Instagram. La reazione dei fan di Peppino Di Capri, come sempre in questi casi, si è fatta sentire: divisi tra commenti di disgusto e di approvazione. Il problema è che continua a ricevere videochiamate a pagamento e ogni volta che mette giù, quelli de Le Iene gli inviano un messaggio in cui viene presentato un finto conto per ogni videochiamata. Chiaramente, tutto salatissimo: da 60, a 70 fino a 112 euro. Dopo due giorni di disavventure telefoniche, Alessandro Di Sarno svela finalmente lo scherzo, l'onore e il buon nome di Peppino Di Capri è salvo. Cameriere, champagne!