Toto Cutugno si è raccontato sulle pagine di ‘Tv, Sorrisi e Canzoni'. L'artista ha parlato della sua lunghissima e brillante carriera. Ritiene, tuttavia, che in Italia non venga riconosciuto a dovere quanto ha fatto per la musica. All'estero, al contrario, lo apprezzerebbero molto di più. È stato questo il motivo che l'ha spinto a partecipare al programma di Rai1 ‘Ora o mai più‘: "Penso che all'estero mi amino di più. E lo dico con dispiacere. Gli italiani si sono dimenticati di me. Anche per questo sono tornato in tv a ‘Ora o mai più'. La televisione mi fa bene".

Una serata evento per celebrare la sua carriera

A Toto Cutugno non dispiacerebbe che in Italia venisse organizzata una serata evento per celebrare la sua carriera, così come è stato fatto di recente con Al Bano. Per il momento ha avuto modo di realizzare questo desiderio solo in Russia, dove diversi artisti hanno intonato con lui i suoi più grandi successi:

"A Mosca la tv ha ripreso due serate in cui 24 grandi cantanti russi hanno cantato in italiano i miei successi. Qui in Italia lo farei se venissero gli artisti per cui ho scritto pezzi celebri: Adriano Celentano, Ornella Vanoni, Fausto Leali, Marcella Bella e Luis Miguel che lanciai con ‘Noi, ragazzi di oggi' nel 1985".

I concorrenti di ‘Ora o mai più' che preferisce

Toto Cutugno, infine, ha detto la sua sui concorrenti di ‘Ora o mai più'. Ovviamente ha un occhio di riguardo per Annalisa Minetti, la sua allieva. L'artista è convinto che il televoto l'abbia penalizzata: "Annalisa è il mio cucciolo. Credo però che non abbia avuto quel che meritava davvero. Soprattutto il televoto si è rivelato una delusione. Forse è stata penalizzata dal pubblico a casa perché c’ero io? E chi lo sa. Ma io sto al gioco". Poi ha svelato di apprezzare molto Silvia Salemi, Paolo Vallesi e Jessica Morlacchi: "Tutti e tre con il disco giusto potrebbero sfondare di nuovo".