La cronaca nera torna in prima serata nella calda estate di Rai3. Domenica 30 giugno e martedì 2 luglio vanno in onda due nuove puntate di Storie maledette, il format ideato, scritto e condotto dall'intramontabile Franca Leosini. A sei mesi di distanza dall'ultimo speciale del programma (dedicato alla strage di Erba), stavolta di parlerà di uno dei casi più dibattuti degli ultimi anni, quello della morte di Marco Vannini. Il programma andrà in onda in prima serata, con una particolare attenzione alle ultime novità dell'inchiesta.

Il caso Vannini

Era il 17 maggio del 2015, quando Marco Vannini moriva a soli 20 anni a Ladispoli, ucciso da un colpo d’arma da fuoco nell'abitazione dove la sua fidanzata Martina Ciontoli vive coi genitori. Al centro delle indagini, la controversa telefonata fatta dai famigliari della ragazza, al 118: l'operatore sente le grida e i lamenti d'aiuto della vittima, ma i Ciontoli minimizzano l'accaduto e parlano di "buchino con il pettine" anziché di uno sparo. In realtà, il proiettile, entrando nel braccio, ha trapassato il polmone di Marco. Antonio Ciontoli, padre di Martina e sottufficiale di Marina distaccato ai Servizi Segreti, è stato condannato a 14 anni di reclusione per omicidio volontario dalla Corte d’Assise di Roma, pena ridotta in Appello a 5 anni per omicidio colposo. Ciontoli è ora in attesa che si pronunci la Suprema Corte, mentre dalle ultime notizie risulta indagato Roberto Izzo, l’ex comandante della caserma dei carabinieri di Ladispoli, accusato di aver coperto l'accusato.

Franca Leosini intervista Antonio Ciontoli

A Storie Maledette, Franca Leosini si farà raccontare la versione dei fatti sul caso Vannini proprio da Antonio Ciontoli. Lo speciale suddiviso in due parti in onda a distanza ravvicinata è destinato a far discutere. Il programma della Leosini vanta però uno status di culto notevole, soprattutto per merito del carisma della conduttrice (e della sua prosa forbita e ricercata), che ha raccolto un vera e proprio fandom di appassionati – i Leosiners – e ogni volta scatena centinaia di commenti su Twitter.