L'uscita dell'attesa quarta stagione de "La Casa di Carta" continua a essere uno degli argomenti di discussione principale nel mondo delle serie tv. Tra colpi di scena e qualche lacrima (come quella di chi ha lasciato il set), la serie tv ritornerà certamente per una quinta stagione dato il finale sospeso. Protagonista anche quest'anno è stata la musica italiana con le canzoni "Ti Amo" di Umberto Tozzi e "Centro di gravità permanente" di Franco Battiato.

Le parole di Umberto Tozzi

E proprio Umberto Tozzi, in una intervista a AdnKronos, si è detto felice e orgoglioso per la scelta della produzione: "È stato molto bello, mi ha fatto piacere perché so quanto è conosciuta questa serie nel mondo". Proprio come la sua canzone, "Ti Amo", hit del 1977 che nel 2017 ha festeggiato i quarant'anni.

È stato molto bello. Mi ha fatto molto piacere, anche perché so quanto è conosciuta questa serie in tutto il mondo. Per chi fa musica non c'è cosa più bella che vedere viaggiare una canzone così lontano e così a lungo.

Umberto Tozzi si trova nella sua casa di Montecarlo e ha raccontato così la sua quarantena: "La mia vita è sempre stata un po' in quarantena. Non sono mai stato mondano, l'unica cosa che mi concedevo prima di queste restrizioni era andare in piscina per nuotare un paio d'ore". E sugli italiani: "Sono orgoglioso della loro reazione. Vedere gli italiani così attenti e scrupolosi mi ha fatto stare bene. E la via italiana alla lotta del virus ha fatto scuola in tutto il mondo. L'Italia sta diventando un esempio". 

La scena de La Casa di Carta

La canzone di Umberto Tozzi, "Ti Amo", è presente nel primo episodio de "La Casa di Carta 4". Viene cantata da Berlino, il personaggio interpretato dall'attore Pedro Alonso, fratello del Professore (Álvaro Morte), al suo matrimonio con la moglie italiana Tatiana (Diana Gomez). Un momento davvero coinvolgente che rappresenta anche un omaggio al grande pubblico italiano della serie tv spagnola.