Alicia Sierra, ispettore di polizia che è stato protagonista della terza e della quarta stagione de La Casa di Carta, è finita al centro di un’indiscrezione che ha preso piede in rete in queste ore. Sono numerosissimi gli spettatori della serie tv spagnola che, al termine dell’ultima puntata della quarta stagione, sono rimasti con il fiato sospeso in attesa di scoprire di più a proposito dell’identità di questo affascinante personaggio interpretato dall’attrice Najwa Nimri. Una tesi che la riguarda, in particolare, la vede legata a doppio filo al personaggio di Berlino, fratello del professore morto al termine della seconda stagione, ucciso dalla polizia sul finire della rapina alla Zecca di Stato.

Tatiana, la moglie di Berlino

Durante le ultime due stagioni della fortunata serie televisiva, Berlino partecipa alla narrazione attraverso una serie di flashback. Lo si vede mentre progetta insieme al fratello Sergio – il Professore – le rapine alla Zecca di Stato e alla Banca di Spagna. Lo si vede, inoltre, mentre sposa una bella e giovane donna dai capelli rossi, Tatiana. Ebbene, proprio Tatiana – personaggio interpretato dall’attrice Diana Gómez – ha acceso l’attenzione degli appassionati. Secondo una teoria, la moglie di Berlino e Alicia Sierra sarebbero la stessa persona. Ad accomunarle c’è una certa somiglianza fisica – i capelli rossi, la pelle chiara – e la morte dei mariti di entrambe.

Berlino è German, marito di Alicia?

Il marito in questione sarebbe proprio Berlino, fratello del professore. L’uomo che Alicia chiama German. Ma qui c’è la prima incongruenza. Alicia partecipa alla terza e quarta stagione della serie con un pronunciato pancione. È incinta del marito che, confessa, è morto due mesi prima di cancro al pancreas. Lo rivela all’ex ispettrice Raquel Murillo – nella banda con il nome di Lisbona – durante un interrogatorio. Il riferimento al marito morto due mesi prima e la somiglianza con Tatiana hanno spinto numerosi spettatori a interrogarsi in merito alla possibilità che le due donne siano la stessa persona, con due nomi diversi, e che il marito in questione sia sempre Berlino.

Perché Alicia Sierra non può essere Tatiana

Ma Alicia non può essere Tatiana per diverse ragioni. Tra tutte ce ne sono due che cozzano con la trama della serie, al punto da rendere impossibile uno sviluppo in tal senso nella quinta stagione. Il marito di Alicia, German, è morto due mesi prima di cancro al pancreas. Berlino, invece, racconta al fratello Sergio di avere una malattia degenerativa che lo porterà alla morte, la miopatia di Helmer. In realtà non esiste alcuna malattia che abbia questo nome ma stando ai riferimenti lasciati qua e là dal personaggio, Berlino sembrerebbe soffrire di miopatia mitocondriale, una malattia genetica che non ha alcun legame con il cancro al pancreas.

Ma la vera ragione che rende impossibile uno sviluppo che prevede che Tatiana e Alicia Sierra sia la stessa persona è da ricercare nei tempi, ai quali possiamo fare riferimento con certezza osservando un elemento in particolare: l’età di Cincinnati, figlio di Stoccolma. L’ex prigioniera della banca è incinta quando termina con successo la rapina alla Zecca di stato. Cincinnati, il figlio avuto da Arturo, compare per la prima volta in video nel corso della terza stagione – quando la banda si riunisce per progettare il salvataggio di Rio – e ha l’aspetto di un bambino di circa due anni. Quindi, tra la fine della prima rapina e il momento in cui la squadra si riunisce per progettare la seconda sono trascorsi almeno due anni. Alicia nella quarta stagione è incinta di almeno sei mesi, a giudicare dalle dimensioni della pancia. Per cui Berlino non può essere German: se è morto almeno due anni prima – quando Cincinnati era ancora nel grembo di Stoccolma  – come farebbe la moglie Alicia a essere incinta del figlio del marito?

Cincinnati, nella terza stagione, ha l’aspetto di un bambino di circa due anni
in foto: Cincinnati, nella terza stagione, ha l’aspetto di un bambino di circa due anni