Nel corso della quinta puntata di ‘Temptation Island 2018‘, trasmessa mercoledì 1 agosto, Martina Sebastiani e Gianpaolo Quarta hanno avuto il classico confronto davanti al falò. I due hanno deciso di lasciarsi. Dopo la messa in onda del reality, sono piovute le critiche su Martina, rea di aver osato baciare il tentatore Andrea Dal Corso. In queste ore, la Sebastiani si è difesa su Instagram precisando: "Con la vostra cattiveria, mi ci farò una risata da qui a sempre. Quando ho deciso di partecipare a ‘Temptation', non pensavo mi potesse capitare tutto questo".

Martina Sebastiani e Gianpaolo Quarta in crisi da sei mesi

Martina Sebastiani ha spiegato che per cinque anni ha fatto di tutto per preservare e far crescere la sua relazione con Gianpaolo Quarta. Sei mesi fa, però, tra loro avrebbe cominciato a serpeggiare un'aria di crisi, che alla fine non è stata risolvibile come appariva:

"La differenza di età cominciava a farsi sentire. Io volevo di più, una casa nostra per iniziare a costruire un futuro insieme. Lui non era ancora pronto. In questi sei mesi, probabilmente, anche il mio sentimento nei suoi confronti ha iniziato a vacillare. Ma, nella mia testa, pensavo fosse solo una fase assolutamente superabile".

L'esperienza di ‘Temptation Island' e le aspettative di Martina

Martina Sebastiani ha affermato che da Gianluca si aspettava una prova di maturità e lei per prima sperava che tra loro ci fosse un lieto fine. Purtroppo, però, le sue aspettative sono state disattese. E così, dopo aver visto l'ennesimo video che ritraeva il suo fidanzato affiatato con una delle tentatrici, ha deciso di cambiare atteggiamento.

Martina Sebastiani e l'intimità con Andrea Dal Corso

A suo dire, proprio dalla delusione provata nell'assistere al comportamento del suo fidanzato, sarebbe nata la voglia di rimettersi in gioco e di dare una possibilità alla conoscenza con il tentatore Andrea Dal Corso. Così, è venuta a galla una grande affinità tra loro fino al fatidico bacio:

"Dopo l'ennesima delusione, l'ennesimo video, sì ho iniziato a guardare con occhi diversi una persona che non ha mai smesso di starmi accanto. Nel bene e nel male c'era. Anche quando passavo delle giornate no, ero intrattabile e fastidiosa, quando ero angosciata e non volevo parlare…era accanto a me, comunque, anche senza parlare. Una persona che guarda nella mia stessa direzione di vita…che mi ha rispettata dall'inizio alla fine facendomi sentire donna. Non lo nego: ho provato delle emozioni. [….] Il bacio l'ho dato perché lo volevo dare e perché era sentito. La mancanza di rispetto non sta in un bacio, ma nei gesti, nelle parole e negli atteggiamenti. Adesso sono serena e questa è l'unica cosa che conta per me".