Non è andata bene la consegna del tapiro di Striscia La Notizia ad Achille Lauro. Valerio Staffelli ha cercato di ‘attapirare' il noto cantante, idolo dei giovanissimi, dicendogli "Siamo venuti a portarle il tapiro perché ha portato a Sanremo una canzone che è un inno all'ecstasy. Io sono informatissimo, lei è un esperto di ecstasy e di droga, ha fatto il pusher scusi, adesso dice che non conosce l'ecstasy?". La reazione del cantante, in gara a Sanremo con la canzone Rolls Royce, è stata quanto mai piccata e a dir poco risentita:

Invece di inventare queste scemenze per avere pubblicità, dovresti pensare a quello che c'è dietro la musica e i sacrifici. Ma quale droga! Rolls Royce è una macchina… ragazzi, fate riderissimo! Fai riderissimo! La canzone parla di star mondiali. Sei un ignorante e ti meriteresti il Tapiro perché sei una persona che sopprime la cultura in Italia. Mi rendo conto che tu sei un ignorante. Sei un ignorante, sei un ignorante, posso consegnarti il tapiro al tonno più grande d'Italia? Signor Staffelli, signor Staffelli, ma lei è un ignorante.

L'inseguimento fino alla macchina non è servito a molto, visto che il tapiro è rimasto nelle mani di Staffelli, che ha incassato il termine ‘tonno' e ha salutato il pubblico di Striscia con un laconico "Avete visto amici? Questo è Achille Lauro". Poche ore prima, Jimmy Ghione aveva interpellato Matteo Salvini proprio in merito alla partecipazione del brano di Achille Lauro al Festival di Sanremo, chiedendogli un'opinione sul criterio di selezione dei brani in gara da parte del direttore artistico Claudio Baglioni: "È terribile: mi fa schifo solo l’idea. Mi sembra che stia ammiccando, non è la macchina. Anche perché cita qualche personaggio che in passato ha abusato e non è finito bene. Tu dici che è Baglioni? Non farmi polemizzare con Baglioni che ho già i miei problemi".