11 Maggio 2013
20:48

Simona Ventura: “Basta esclusive, voglio fare due programmi all’anno”

La conduttrice per antonomasia Simona Ventura ha deciso di voler cambiare il suo modo di fare tv: le piacerebbe condurre due programmi all’anno con idee mirate e non in esclusiva per qualcuno. Insomma, lavori a progetto.
A cura di Fabio Giuffrida

Simona Ventura torna a parlare di sè, del suo futuro, delle sue passioni. Lei, la signora della televisione italiana, uno dei volti più amati nel Bel Paese, che ha condotto i principali programmi tv e che ha lavorato un po' dappertutto. Di recente ricorderete il suo abbandono dalla Rai poichè lì non si sentiva più amata e il suo passaggio a Sky dove adesso si trova benissimo: "Sto una pacchia" aveva dichiarato qualche mese fa. Il contratto con la tv di Murdoch però sembra essere in scadenza e tutto fa pensare che la conduttrice decida di rimanere proprio lì, ma tutto potrebbe succedere. La Ventura (che non farà Pechino Express 2) si è confessata al magazine Style de Il Giornale dove non ha nascosto di essere cambiata parecchio, di volersi dedicare a poche cose ma fatte bene. Sembra essere lontano un suo possibile ritorno in Rai anche perchè la conduttrice di Cielo che gol! ha deciso di dare una svolta alla sua carriera:

Un'altra volta a La7? Ci sono già stata. Voglio bene a Urbano Cairo e sono tifosa del Torino ma vorrei cambiare anche il mio modo di fare tv.

Vuole lavorare a progetto senza vincoli di esclusiva:

Mi piacerebbe fare due programmi all'anno e puntare tutto su quelli, su programmi evento, idee mirate e non in esclusiva per qualcuno. Vorrei lavorare a progetto, sulle cose che mi sono sempre piaciute.

Simona Ventura:
Simona Ventura: "Dopo Cielo che Gol non voglio più fare calcio"
Simona Ventura non farà Pechino Express 2:
Simona Ventura non farà Pechino Express 2: "Sto una pacchia a Sky"
Simona Ventura e Gerò Carraro, coppia al bacio a Formentera
Simona Ventura e Gerò Carraro, coppia al bacio a Formentera
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni